Coronavirus, sindaco perseguita passanti col drone: “Andate a casa a calci” – VIDEO

Condividi!

DELLA SEREIE GLI ‘INVASATI DEL CORONAVIRUS’

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca è tra i personaggi istituzionali che in questa emergenza, che sotto l’Emilia non è mai stata tale, ama di più apparire. Insieme al suo omonimo campano.

L’ultima sua impresa è molestare i passanti con un drone:

In verità vi dico, c’è più probabilità a Messina di morire per un drone che ti cade in testa che di coronavirus. Invasati.

E POI:

L'amaro sfogo di una mamma di un ragazzo disabile

Posted by Il Giornale on Wednesday, March 25, 2020

Fissati. Invasati. Idioti.




Vox

3 pensieri su “Coronavirus, sindaco perseguita passanti col drone: “Andate a casa a calci” – VIDEO”

  1. Questa è la caccia all’untore di cui Conte, Lamorgese e persino Fontana (il mangiatore di ravioli che si fa pure consigliare dai medici cinesi!) sono i massimi responsabili.
    Così la responsabilità dell’epidemia è passata dai cinesi ai poveracci italiani che portano il cane a pisciare o che fanno jogging nel deserto.
    Mi secca che in questa scempiaggine i governatori della Lega abbiano gareggiato con la sinistra e col governo in crudeltà.

  2. De Luca Cateno comunque non ha tutti i torti ad incazzarsi con i suoi concittadini: è venuto fuori che un centinaio di persone (116 per l’esattezza, fonte Marilena Vinci di Stasera Italia) si sono fatte la settimana bianca a Campiglio e 35 di questi non si sono autodenunciati al ritorno. Fra questi c’è un anestesista che ora è in terapia intensiva e ci sono 10 pazienti e altri 3 operatori sanitari contagiati.

Lascia un commento