Coronavirus, in America a pazienti dosi massicce di Vitamina C

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
I medici dello Stato di New York stanno somministrando ai loro pazienti contagiati da coronavirus dosi massicce di vitamina C, una tecnica che si dice abbia aiutato coloro che erano stati colpiti più duramente in Cina.

Il dott. Andrew Weber, pneumologo e specialista in terapia intensiva del Long Island Northwell Health, ha dichiarato di aver immediatamente somministrato ai suoi pazienti in terapia intensiva 1.500 milligrammi di vitamina C.

Ai pazienti vengono somministrate poi le dosi del potente antiossidante tre o quattro volte al giorno.

Ogni dose è più di 16 volte la dose giornaliera giornaliera di vitamina C consigliata.

Per gli uomini adulti, l’indennità è di 90 milligrammi, con 75 milligrammi raccomandati per le donne.

Weber ha affermato che il regime si basa su trattamenti sperimentali somministrati a pazienti con coronavirus a Shanghai, in Cina.

“I pazienti che hanno ricevuto vitamina C hanno ottenuto risultati significativamente migliori rispetto a quelli che non hanno ricevuto vitamina C”, ha affermato. “Aiuta una quantità enorme, ma non è pubblicizzato perché non è una medicina ‘sexy’.”




7 pensieri su “Coronavirus, in America a pazienti dosi massicce di Vitamina C”

  1. io mi mangio un paio di arance al giorno, rigorosamente Italiane 100% di Sicilia, e sono più buone di una pillola 🙂

I commenti sono chiusi.