Conte e 8 nani Ue chiedono coronabond

Condividi!

Nove leader europei, tra cui il presi-
dente del Consiglio Conte e il presi-
dente francese Macron, hanno firmato
una lettera congiunta per chiedere, in
vista del vertice europeo di domani, la
creazione dei ‘coronabond’ per fronteg-
giare la crisi economica dovuta alla
pandemia di coronavirus.

La lettera è firmata da Spagna, Francia
Portogallo, Slovenia, Grecia, Irlanda,
Belgio, Lussemburgo e Italia.

La notizia è confermata da Palazzo Chi-
gi.

Dei geni. Invece di riprenderci i 58 miliardi dati al MES e ad altri fondi UE, chiediamo alla Ue di indebitarci ancora, creando una sorta di bilancio Ue che renderebbe l’Italia commissariata. Non è un caso la compagnia di giro che richiede questo strumento.

Grazie a Dio i tedeschi, per motivi opposti, non accetteranno.




3 pensieri su “Conte e 8 nani Ue chiedono coronabond”

  1. Ich Liebe Deutschland. Adesso buoni MEFO del Tes… no intendevo miniBOT e soprattutto campi di detenzione per tutti gli euroritardati (magari insieme al liquame genetico che hanno importato in questi anni). #Andràtuttobene

  2. Se li approvassero sarebbe la fine delle nazioni, ne approfitterebbero per fondare un nuovo impero europeo con un proprio bilancio e proprie forze armate e leggi immediatamente eseguibili con cui perseguitare i patrioti. Sarebbe la Guerra.
    Riguardo agli euroritardati io li spedirei in africa ad aiutare gli africani a tirare avanti, magari riescono a combinare qualcosa di buono e noi ci libereremmo degli uni, e degli altri.

    1. Tutti noi che scriviamo qua ogni giorno ci siamo chiesti cosa esattamente potesse nascondere questa pandemia, certo sarebbe già un enorme crimine non averla fronteggiata adeguatamente, ma aleggia il sospetto, la tremenda sensazione, che non sia tutto, che sfruttino la nostra vulnerabilità per coprire ulteriori crimini. Capirete che non è possibile continuare a lasciare in parlamento gente di malaffare di siffatta pasta.
      È ora che i partiti che soltanto poco tempo fa facevano parte delle liste, successivamente eliminati in modo scorretto e fraudolento dagli abusivi, escano dall’ombra. FN e Casapound devono sostenere la nostra lotta. In un momento cosi tragico non si possono esimere dal creare aggregazione. Noi siamo qua, volenterosi e caparbi per il bene dell’Italia. Avete beneficiato in tempi di pace, percependo lauti compensi, come tutti i parlamentari, ma sono certa che a differenza di tanti altri voi ci abbiate messo il cuore, vedere chi ha creduto in voi calpestato, vituperato, continuando a rimanere con la testa nella sabbia non credo vi faccia onore.

Lascia un commento