Coronavirus sulle superfici per 17 giorni: se arrivasse con importazioni dalla Cina?

Condividi!

Sotto Natale, picco di patologie respiratorie in Val Seriana Le industrie lombarde avevano continui contatti con la Cina. A dicembre il morbo era già a Bergamo. Però Pechino ancora faceva finta di nulla

Da analisi effettuate sulla nave da crociera Diamond Princess, il coronavirus era ancora presente sulle superfici delle cabine dei contagiati 17 giorni dopo l’uscita degli ospiti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Insomma, il virus sopravvive sulle superfici almeno 17 giorni. Il che potrebbe aprire la possibilità dell’ingresso in Italia del virus in modo diverso da quanto pensato fino ad oggi: non solo con le persone, ma anche con l’importazione dalla Cina di prodotti. Il che non è strato visto l’epicentro dell’epidemia italiana: la zona della Lombardia che aveva legami produttivi con la Cina.

E dovrebbe anche renderci scettici rispetto ai ‘regali’ in arrivo con aerei dalla Cina.




Un pensiero su “Coronavirus sulle superfici per 17 giorni: se arrivasse con importazioni dalla Cina?”

  1. Se c’è lo zampino del tardigrado siamo a posto. Spero di essermi sbagliata, se così fosse la linea inglese sarebbe l’unica percorribile. Inoltre se lo dicono ora, che dopo 17 gg era vivo e vegeto, vuol dire che non si sono presi nemmeno la briga di studiarlo.
    La prima cosa da fare era vedere quando sopravviveva in determinate situazioni, caldo freddo tiepido acqua ecc era davvero il minimo, con tanti co@lioni laureandi/laureati in biologia, medicina non hanno trovato uno stronzo capace a fare questo?

Lascia un commento