Coronavirus, dal Vaticano nemmeno un euro ai malati italiani

Condividi!

Sul coronavirus, come su tante altre cose, Bergoglio parla, ma non sgancia una lira.

Lo si evince analizzando tutte le donazioni all’Italia per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Numeri alla mano, quelli del Dipartimento delle Finanze, facendo una media ponderale di quanto l’Unione buddista italiana e la Chiesa valdese hanno versato per l’emergenza coronavirus, in rapporto a quanto hanno ricevuto dall’8 per mille nell’anno 2019 sui redditi ripartiti nel 2015, emerge un dato del 20,33 per cento: i valdesi, infatti hanno ricevuto 43.198.823 euro e hanno donato sinora 8 milioni di euro (il 18,52 per cento), mentre i buddisti hanno donato 3 milioni di euro contro i 13.549.941 ricevuti (il 22,14 per cento).

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma ecco che si arriva al punto che maggiormente ci interessa. Se quella media fosse applicata al gettito dell’8 per mille arrivato alla Chiesa italiana nello stesso periodo (un miliardo, 131 milioni, 196.216 euro), l’ipotetica donazione all’Italia potrebbe raggiungere la cifra di 229 milioni, 972.190 euro.

Invece, al momento, risulta un’unica donazione ufficiale per coronaviru di 10 milioni. Ma attenzione, affidati alla Caritas. Quindi è come se Bergoglio avesse trasferito 10 milioni dalla tasca destra a quella sinistra.




19 pensieri su “Coronavirus, dal Vaticano nemmeno un euro ai malati italiani”

  1. non si può pretendere altro da un (capo extracomunitario), con tutto il rispetto per gli extracomunitari onesti ed integrati in ITALIA (di uno stato che è sempre campato sulle spalle di un altro stato) ITALIA (usando il denaro per i propri interessi) .. le parentesi sono ad indicare .. estraneità.. ogni uno vive la propria FEDE in privato nel SUO INTERIORE.. e la estrinseca con le AZIONI.. quando serve.

  2. Segnalo a vox una notizia sconvolgente (e drammatica, ma e’ una considerazione personale): I NEGRI NON SI AMMALANO! O meglio, non vanno mai in polmonite, ossia per loro il coronavirus al massimo da un raffreddore. Lo ha detto su Rai due in diretta alle 8 circa di questa mattina il professor GALLI, il direttore amministrativo del Sacco di Milano. Siccome lui dirige l’ospedale e sa chi e’ intubato e chi no, dice che c’e’ qualcosa nelle etnie africane che protegge appunto gli africani. Aggiunge anche che questa e’ una bella notizia 😢😢😢 Ma il commento lo lascio a voi.

    1. Non sono stressati come noi… chi è forzatamente o meno chiuso in casa… Noi non loro… è risaputo che Stress Panico Paura Angoscia Tristezza .. nel tempo abbatte il nostro sistema immunitario.. e comunque in africa metà degli stati hanno a che fare con il COVID

      1. Io sarò strana, ma non provo quelle sensazioni, solo una grande rabbia che sale, sale. Non provo alcun disagio a stare in casa, avevo dei cold case di bricolage che porto a termine e intanto che lavoro rimugino. Che non si ammalassero era quasi una certezza, se ne è parlato molto qua in questi ultimi tempi, abbiamo avuto una conferma, direi che a questi punti la grande quantità di farmaci presenti nel corpo di noi bianchi potrebbero essere la causa. Avevo tirato in ballo la tachipirina e la cardio aspirina, farmaci che abitualmente la gente pazza prende come le caramelle, soprattutto gli anziani, persino le vitamine “chimiche” potrebbero avere un ruolo (ma LORO, i figli di cani lo sapevano) Per il mal di testa funziona perfettamente lo shiatsu o digitopressione, passa subito ma nessuno ve lo dice perché non costa nulla e non ha effetti collaterali.

          1. Ah con me sfondi una porta aperta, ricorderete l’epitaffio alla magica sostanza degli anni 70′, ma qua purtroppo non arrivano più certe meraviglie.
            Il munifico Laos lo avevo preso in considerazione come luogo per trascorrere la mia vecchiaia.

        1. non per essere spiritoso .. ma la rabbia assieme a tutte le forti emozioni diciamo negative non aiutano il benessere generale ci si ammala più facilmente.
          Noi si convive con miliardi di virus da sempre, se in nostro organismo è in equilibrio nulla accade .. ma alimentazione scadente (industriale) farmaci (chimica) Vaccini con relativi interessi di Big Company, (massa monetaria speculativa virtuale.. si dice 70 volte il PIL mondiale)(7 miliardi di persone sulla terra sono troppi ?) ritmi di vita sregolata (ritmi sonno – veglia-stress-ansie-paura-) l’organismo non controlla più il suo sistema immunitario.. risultato qualsia normale virus può agire indisturbato se poi aggiungiamo forti campi magnetici continuamente presenti attorno a noi (5G) (Cina-Iran-Europa-America) .. come innesco……

        2. Per il mal di testa basta la caffeina, una semplicissima compressa di caffeina anidra pura fa miracoli. Con me ad esempio funziona anche una semplicissima coca cola. Però io non soffro di mal di testa cronico. Mi viene di rado.

  3. Frettolose considerazioni: sono più giovani (specie quelli che arrivano qui) e “fisicati”, sono abituati a vivere in condizioni igieniche discutibili, dalle parti loro la selezione naturale fa il suo sporco ma necessario lavoro. Ma solo la scienza potrà dirci se c’è qualche ragione biologica ascrivibile alla razza, per esempio tra le popolazioni africane è diffuso il gene dell’anemia falciforme, che (quando non causa problemi gravi) conferisce maggiore resistenza alla malaria (anemia drepanocitica su wikipedia per una spiegazione comprensibile). Bella notizia un corno, ma una di cui tenere conto.

    1. se volete avere un punto di vista “diverso” su cui ragionare cercate su youtube Dott Francesco Oliviero e facciamo qualche riflessione con lo stato di “prigionia” in cui siamo

  4. cmq sono annic he pur essendo cattolico praticante non verso piu’ un centesimo del mio 8×1000 alla chiesa cattolica ho terminato l’anno esatto in cui bergoglio è stato eletto, non posso dare soldi a chi ci fa imbastardire con bastardi negri, uno potra’ dire ma come fai a dirti cattolic? risposno sta scritto aiuta gli affamati non i delinquenti, uno che viene qua a spacciare a stuprare a rubare a prostituirsi non è un povero e non è un bisognoso!, quindi cristianamente parlando a me i coglioni non puo’ romperli, ho avuto per anni una adozione di una bambina palestinese a distanza, visto che poi le mie somme venivano dirottate per gli imbarchi degli africani , ho interrotto anche quella donazione.! oggi l’80 5 dei soldi donati vengono utilizzati per il trasporto di negri in italia, quando finiranno ste donazioni, finiranno anche le ong…ed è l’unico modo perchè finisca , adesso ripartono con la missione irene, altro modo per traghettare negri in italia, i castrati al governo dovrebbero dire, ogni negro che tirate a bordo ve lo portate a casa vostra ed io permettero’ alle navi di attraccare, il primo negro che per qualsiasi motivo come le cazzate della cellulite contagiosa, volete mollare al italia, io inizio a bombardare tutte le navi della missione, ma sono castrati, al governo c’è una marionetta comandata dal frocio di casalino,,,,, ma vaffanculo parlamento di merda

    1. … tutti i salmi finiscono giustamente in gloria Lorenzo.
      Sono contrarissima alle adozioni, anche a distanza, se uno può e vuole fare del bene, in Italia non mancano le occasioni.

  5. Da un politicante di sinistra travestito da prete cosa potevi aspettarti?? Invece di pensare ai rom migranti e tutta la feccia umana provasse a preoccuparsi di quelle poche pecore rincoglionite che gli sono rimaste fedeli. Ancora qualche mese e il Vaticano chiuderà per mancanza di fedeli.. rimarranno i pedofili e i parassiti.

Lascia un commento