Coronavirus, in Germania mille in quarantena: contagiati raddoppiano

Condividi!

Si diffonde anche in Germania il coronavirus: nella tarda serata di ieri sono stati accertati in tutta la repubblica federale 60 casi di virus, anche in Assia e ad Amburgo, riferisce Dpa. Solo nel Land del Nordreno-Westfalia circa 1000 persone sono in quarantena. Ad Amburgo è stato contagiato un pediatra. I piccoli pazienti e le loro famiglie sono ora in quarantena.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il parlamento iraniano ha sospeso le sessioni a tempo indeterminato e il ministro dell’istruzione ha affermato che università e luoghi pubblici rimarranno chiusi per un’altra settimana, secondo quanto riferito dalla televisione di stato. I viaggiatori sospettati di avere il virus verranno fermati agli ingressi di Teheran città e messi in quarantena per 14 giorni. La situazione nel Paese mediorientale è seria: oggi l’Iran ha riferito di otto nuovi decessi legati al coronavirus e altri 143 casi mentre lotta per contenere il più grande focolaio in Medio Oriente. Probabilmente perché il più organizzato dal punto di vista sanitario.

Il bilancio delle vittime nel paese ora ammonta a 34 – il più alto di fuori della Cina – e 388 persone sono state infettate, secondo quanto riferito dalla televisione di stato. Il ministero della Sanità ha dichiarato di aspettarsi una traiettoria ascendente in casi confermati nei prossimi giorni.

Due hotel di Abu Dhabi, nei quali erano stati ospitati partecipanti al tour degli Emirati, sono stati messi in quarantena “preventiva” dopo che due italiani membri di una squadra sono stati trovati positivi al coronavirus. Uno dei due è il W, del gigante dell’ospitalità Marriott, che è stato posto «in isolamento temporaneo».

Il cane di una donna infetta da Coronavirus è stato messo in quarantena a Hong Kong, dopo che alcuni campioni prelevati dall’animale sono risultati positivi al virus. Lo hanno annunciato le Autorità, secondo cui non c’è rischio di contagio da parte dell’animale. Il cane non ha sintomi della malattia, ha affermato il ministero competente. Ma «i campioni prelevati dalle cavità nasali e orali sono stati trovati positivi per il virus Covid-19», ha detto un portavoce. Il cane è stato prelevato a casa della sua proprietaria mercoledì, una donna di 60 anni ricoverata in isolamento. Non ci sono prove che animali come gatti o cani possano trasmettere il virus all’uomo, ma il ministero ha stimato che gli animali domestici di persone infette dovrebbero stare in quarantena per 14 giorni. Saranno condotti ulteriori test sul cane, che rimarrà in isolamento fino a quando non risulterà negativo. Hong Kong conta 93 casi di Coronavirus, tra cui due morti. Scuole chiuse fino al 20 aprile.




2 pensieri su “Coronavirus, in Germania mille in quarantena: contagiati raddoppiano”

  1. Come già detto è una emergenza globale. tanti cercando forse di rassicurare e ricondurre alla vita ante contagio da COVID-19, cercano di banalizzare e sminuire la malattia della nuova SARS cinesi, dicendo che è soltanto una influenza invernale, cionondimeno l’emergenza e le quarantene poste in essere ovunque non appaiono essere cose da concretizzarsi per delle bazzecole. Personalmente ritengo che se una ONG e/o una nave battente bandiera tedesca decide di prendere 400 o 500 migranti a tutti i costi, pur non essendo omologata per tale cosa, debba fare rotta verso il proprio Paese e comunque, in subordine, assumersi responsabilità morali, civili, penali nel caso di epidemia portate nel Nostro Paese. Anzitutto si dovrebbe fare carico del costo di tamponi, check up sanitari, terapie e quarantene propriamente dette e non all’acqua di rose o pro forma, vigilanza armata ai campi eccetera, affinché nessuno pensi di potere evadere dalla quarantena ponendo in serio rischio l’incolumità altrui, la salute pubblica, le altrui vite. Le vite dei migranti sono sacre ma lo sono le vite anche di coloro i quali vengono obbligati ad accogliere pur non avendo i mezzi, veggasi Lampedusa che è stata sobbarcata di continui, reiterati sbarchi pur non essendo nelle condizioni di farlo.

Lascia un commento