Stati Ue respingono in Italia 41.911 clandestini: “Sono vostri”

Condividi!

Il famigerato Trattato di Dublino è quell’insieme di regole che stabiliscono come comportarsi con i richiedenti asilo che si spostano per l’Europa, e sostanzialmente impongono ai Paesi di sbarco di riprendersi gli immigrati che poi passano in un altro Stato Ue.

In base agli ultimi dati dell’autunno 2019 l’Italia è in testa alle richieste di riammissione: 41.911.

Tutte richieste che Salvini ha respinto al mittente. Perché lo stesso trattato contingenta poi le riammissioni a pochi voli mensili. Ora, senza Salvini, il governo sta trattando la fine del trattato, ma in cambio dovrebbe aumentare i voli di riammissione: follia!

La gran parte delle domande sono del tipo “take back“, ovvero quelle che coinvolgono migranti che prima avevano fatto una richiesta di asilo in Italia, se parliamo del nostro Paese, e poi erano uscite, andando per esempio in Germania o Francia, che poi ci chiedono di riprenderceli. Sono 29.407 su 41.911. Le richieste “take charge” sono una minoranza. Si tratta di quelle che riguardano immigrati che per esempio richiedono asilo in Francia ma hanno già ottenuto un visto o un permesso di residenza in Italia o hanno attraversato il confine illegamente sempre dall’Italia.




3 pensieri su “Stati Ue respingono in Italia 41.911 clandestini: “Sono vostri””

  1. Mi ricorda tanto il girone dantesco che i malcapitati continuavano a girare senza tregua come la cacca nei tubi. Prima ci obbligano a farli sbarcare qua perché è il porto più vicino con la promessa di prendersene una buona parte, dopodiché ce li ritornano perché questo è ufficialmente il paese di prima accoglienza. Credo funzioni così, ma se la storia del virus è vera, non li tocca il fatto di catapultarli nel lebbrosario? Allora ho ragione che ve li siete vaccinati preventivamente! Merdel, Macron la sapete lunga! A proposito il troione è ancora vivo?

    1. Che non gli fotta niente a nessuno é palese, del resto xché le ong continuano a portarli qui conoscendo la situazione?
      Ogni giorno di governo pd diminuiscono le già risicate speranze di ripresa del paese, a questo punto il piano non é tanto la sostituzione etnica quanto la distruzione dell’Italia x ridurla a bacino di negri e mussulmani a cui attingere alla.bisogna.
      Prima ancora di distruggere il pd dovremmo prendercela.con chi li sostiene…

Lascia un commento