Non abbiamo messo in quarantena i cinesi, ora il mondo mette noi in quarantena

Condividi!

I Centers for diseases control (Cdc) e
il Dipartimento di Stato Usa hanno
modificato le avvertenze per i cittadi-
ni americani che viaggiano all’estero.

L’Italia, fino a oggi a livello 1, è
stata portata a livello 2 di 4: si può
viaggiare nel Paese, aumentando però le
precauzioni, per i focolai di Covid-19.
Con l’Italia anche Giappone e Iran.
Al livello 1 c’è Hong Kong, per cui i
Cdc non invitano a cancellare o sposta-
re i viaggi, ma semplicemente a usare
le normali precauzioni. La Cina è al
livello 3.

Il governo britannico non intende bloc-
care a causa del coronavirus i voli da
e per l’Italia, usati annualmente da 3
milioni di turisti. Lo ha detto il mi-
nistro della Salute, Hancock, alla Bbc.
Resta l’indicazione sull’autoisolamento
per chi arriva dal nord Italia e il
consiglio di evitare gli 11 comuni ita-
liani interessati dal contagio.

“Abbiamo ottenuto da molti Stati la ga-
ranzia che non ci saranno blocchi o re-
strizioni nei nostri confronti”, ha
scritto in un post su Facebook il mini-
stro degli Esteri Di Maio.

Certo. Tipo le Mauritius. Tutto per non mettere in quarantena i cazzo di cinesi.




Un pensiero su “Non abbiamo messo in quarantena i cinesi, ora il mondo mette noi in quarantena”

  1. Per gli Stati Uniti mi aspetto un decorso anche peggiore del nostro. Ci sono posti tipo Detroit che ci forniranno scene da film. E la California diventerà una zona di guerra. Tutti i negri e i barboni senza assistenza sanitaria daranno il meglio di sé.

Lascia un commento