Coronavirus: 455 i contagiati e 12 morti, primi casi in Campania e Puglia

Condividi!

Aggiornamento:

Sono 455 i contagiati confermati, la maggior parte in Lombardia, poi Veneto ed Emilia Romagna, ma ormai il Covid-19 si è diffuso anche in altre sette regioni. Il bilancio dei morti sale a 12: l’ultima vittima è un 70enne lombardo ma ricoverato in Emilia Romagna con importanti patologie pregresse. Inoltre ci sono 6 minori risultati positivi in Lombardia e 1 in Veneto. Primi casi in Puglia e Campania.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Abbiamo 400 persone contagiate, un incremento di 26 persone. Abbiamo 3 guariti, ed è una cosa buona”. Angelo Borrelli, dalla conferenza stampa della Protezione Civile, ha fatto il punto sul numero di casi di coronavirus. “Meno del 4% dei tamponi ha dato esito positivo. 4 casi su 5 hanno sintomi lievi”, ha spiegato Borrelli. Per quanto riguarda i minori, dichiara che “non abbiamo informazioni ufficiali sui bambini contagiati: non so da dove escano queste informazioni. Quando le avremo ve le daremo”.

Beh, escono dalle Regioni. O non si può dire, signor commercialista?

I dati per Regione sono: “Lombardia 258 complessivi, 71 Veneto, 47 Emilia Romagna, 11 Liguria, 3 Piemonte, 3 Lazio e 3 in Sicilia, 2 in Toscana e 1 a Bolzano” e nelle Marche. Per quanto riguarda i casi liguri, secondo Borrelli non si tratterebbe di un nuovo focolaio: “Fanno tutti parte di una comitiva, non credo sia un nuovo focolaio”.

Borrelli ha voluto chiarire sulla questione dei tamponi: non verranno eseguiti solo ai soggetti con sintomi, come avevano annunciato oggi, “ma anche a chi ha avuto contatti con persone positive. C’è il massimo livello di attenzione”.

Il capo della Protezione Civile ha lanciato un monito:“Bisogna fare attenzione alle fake news. Bisogna fare riferimento solo ai canali ufficiali, come questo”. Ha ringraziato anche gli operatori dell’informazione “qui con noi ormai da diversi giorni. Ci permette di dare un’informazione quotidiana, continua e costante ai nostri connazionali”.

E mentre avvisava di fidarsi solo di lui, negli stessi minuti, il governatore della Campania Vincenzo De Luca annunciava su Facebook il primo caso positivo nella sua regione: ”È di pochi minuti fa la notizia che
abbiamo inviato dalla Campania a Roma un tampone risultato positivo e di un altro per il quale attendiamo riscontro. Sarà il Ministero, come giusto che sia, a dare comunicazione ufficiale”.

Quindi, 401.

I cinesi sono guariti dopo settimane di cure speciali e premurose. Non puoi farlo se hai migliaia di contagiati. E’ questo il pericolo. Non fatevi prendere dal panico. Ma neanche credete a chi sminuisce come un cretino per motivi politici e si riempie la bocca con ‘fake news’. E magari le tasche con altro.




Un pensiero su “Coronavirus: 455 i contagiati e 12 morti, primi casi in Campania e Puglia”

  1. Esatto, bloccano l’Italia per avere un numero di casi gestibili senza portare il sistema sanitario al collasso. Ma contenendola in questo modo l’epidemia durera’ due anni. Dalle ceneri di un rapido iinvendio può nascere nuova vita, ma due anni in quarantena l’Italia non linregge. E’ arrivato il tempo delle decisioni irrevocabili miei camerati. Io sono per la massima diffusione possibile del morbo. Dio scegliera’ i suoi.

Lascia un commento