Anche Turchia e Iraq sconsigliano viaggi in Italia: ma i barconi arrivano lo stesso

Condividi!

Ci sono due nostri connazionali infetti alle Canarie: la polizia isola hotel con mille ospiti. Il Kuwait taglia i collegamenti aerei con Roma, Iraq e Giordania ci mettono al bando. A Lione il sindaco non lascia entrare in città i pullman con i tifosi della Juve.

Una barzelletta. Non andiamo bene per i presunti turisti, ma andiamo benissimo per i loro clandestini:

SeaWatch con 200 clandestini a Messina, Regione destra chiude i porti: è scontro

La Turchia sconsiglia i viaggi nelle regioni colpite dal coronavirus in Italia “a meno che non sia necessario”. A indicarlo è il ministero degli Esteri di Ankara, che applica la stessa raccomandazione all’Iraq.

I Centers for diseases control (Cdc) e
il Dipartimento di Stato Usa hanno
modificato le avvertenze per i cittadi-
ni americani che viaggiano all’estero.

L’Italia, fino a oggi a livello 1, è
stata portata a livello 2 di 4: si può
viaggiare nel Paese, aumentando però le
precauzioni, per i focolai di Covid-19.
Con l’Italia anche Giappone e Iran.
Al livello 1 c’è Hong Kong, per cui i
Cdc non invitano a cancellare o sposta-
re i viaggi, ma semplicemente a usare
le normali precauzioni. La Cina è al
livello 3.

Il governo britannico non intende bloc-
care a causa del coronavirus i voli da
e per l’Italia, usati annualmente da 3
milioni di turisti. Lo ha detto il mi-
nistro della Salute, Hancock, alla Bbc.
Resta l’indicazione sull’autoisolamento
per chi arriva dal nord Italia e il
consiglio di evitare gli 11 comuni ita-
liani interessati dal contagio.

“Abbiamo ottenuto da molti Stati la ga-
ranzia che non ci saranno blocchi o re-
strizioni nei nostri confronti”, ha
scritto in un post su Facebook il mini-
stro degli Esteri Di Maio.

Certo. Tipo le Mauritius. Tutto per non mettere in quarantena i cazzo di cinesi.




Lascia un commento