Accusa cinesi di avere portato il coronavirus in Italia: denunciato per ‘razzismo’

Condividi!

Ha iniziato ad inveirle contro con insulti razzisti, accusando lei e la sua razza di essere veicolo di malattie infettive e in particolare di trasmettere il coronavirus.

Un forlivese di 57 anni è stato denunciato con l’aggravante dei motivi razziali.

E’ accaduto lunedì pomeriggio in centro di Forlì, dove l’uomo stava passeggiando con la sua compagna. Il 57enne avrebbe urtato con una spallata una donna straniera che camminava in senso opposto e che stava telefonando.

La donna avrebbe reagito verbalmente agli insulti dell’uomo che l’avrebbe ‘colpita’ di nuovo alla spalla per allontanarla da sé. Le grida hanno provocato l’intervento di una volante della questura. Sedata la lite è stato identificato l’uomo nei cui confronti la straniera ha presentato denuncia.

Visto che succede a non mettere i cinesi in quarantena? Anzi, a non farli proprio entrare? Che i maleducati se la prendono con chiunque.

Perché al di là dei maleducati, ce l’hanno portato loro il coronavirus, in un modo o nell’altro. E la cosa avrà ricadute a lungo termine.




7 pensieri su “Accusa cinesi di avere portato il coronavirus in Italia: denunciato per ‘razzismo’”

  1. Personalmente anziché una spallata ad un cinese, darei una testata a chi ha permesso l’ingresso del virus da noi!Io non ce l’ho con i cinesi ma col pd 5s.
    Ed ora, a dimostrazione di quanto si preoccupano dei profughi, li fanno sbarcare!
    Qui la guerra ddve essere prima di tutto inter a xché sono italiani i veri nemici dell’Italia!

  2. In questo caso la denuncia se l’è meritata, questa camminava x i fatti suoi, non é detto che fosse portatrice né che fosse il paziente zero, che abbia reagito é normale!Questo tipo ha sbagliato bersaglio, la colpa é degli accoglioni nostrani!

  3. Temo che i dittatori siano gli unici responsabili del clima che, fortunatamente e finalmente, si sta creando, non è la spallata in sé ma una lunga serie di frustrazioni subite dai padroni di casa cioè gli italiani, stupide e vergognose imposizioni, prelievi fiscali (leggi abusi), assassini in libertà, spaccio libero, furti autorizzati, privazioni legittimate dallo stato di eredità parentali (a favore delle badanti) insicurezza nelle strade e conseguente inibizione della facoltà di trascorrere una serata fuori dalle mura domestiche, ora la goccia è il morbo importato.
    Ditemi voi se quell’uomo non aveva sacrosanto diritto a scoppiare come una pentola a pressione. Spero sia solo la prima di una lunga serie caro Fantonas e che siano così tanti i casi che desistano dall’intasare ulteriormente gli archivi con inutili faldoni.

  4. Sul tema sicurezza i cinesi sono sempre stati i meno dannosi, hanno stroiato la nostra economia ma solo grazie a chi glielo ha permesso!Sono negri e mussulmani ad aver portato il crimine nelle strade e a compiere i delitti peggiori, seguiti dai sudamericani che però in quanto cristiani come noi in caso di conflitti interni con gli islamici potrebbero dare una mano…Di norma i cinesi sono tranquilli ed educati, mai avuto un problema con loro anche se tra loro fanno di tutto manco te ne accorgi.La frustrazione la portano più gli altri che si impossessano del territorio e rendono un suicidio x delle donne sole uscire.Insomma, verso di loro non riesco ad essere ostile, la loro é davvero una cultura antica e di valore, se é decaduta fu colpa di Mao e dei suoi invasati.

  5. I cinesi non sono violenti nei nostri confonti, forse non spacciano (in strada) e probabilmente molti lavorano sodo. Tuttavia ogni nazione ha un proprio delicato equibrio, può vacillare per una miriade di motivi. Prendiamo ora come esempio l’Australia, da loro persino un seme viene valutato quando entra, ti fanno il terzo grado per sapere come ti mantieni, dove vivrai, chi sono i tuoi contatti e li chiamano per conferma. Il popolo si sente al sicuro perché chi governa fa le leggi a loro favore. Il fatto di aver gettato sul lastrico la nostra economia, facendo fallire innumerevoli negozi italiani a me pare una ragione sufficiente per mandarli a casa. Considera che numericamente sono un reggimento in più prolifici come gli africani ed i sudamericani faranno collassare definitivamente quel poco che è rimasto, come le locuste. Si stanno preparando ad alimentare i popoli con le fettine di finta carne e cioè un mix di origine vegetale, non ben specificato, fatto con la stampante 3D. La macchina lavora assemblando filamenti lowcost. Come vedi un popolo si può annientare pacificamente.

Lascia un commento