Scoppia epidemia di Vaiolo delle Scimmie in Africa: centinaia contagiati, nuova emergenza barconi

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Dall’inizio dell’anno fino al 26 gennaio 2020, sono stati segnalati 222 casi di vaiolo delle scimmie nella Repubblica Democratica del Congo (RDC).

La maggior parte dei casi è stata segnalata dalle province di Sankuru (31%), Bas-Uele (18%), Equateur (15%) e Mai-Ndombe (9%). Sono stati registrati quattro decessi.

Nel 2019 vi sono stati oltre 5.000 casi con oltre 100 decessi.

Il vaiolo delle scimmie è una delle tante malattia presenti Africa centrale e occidentale. Si diffonde attraverso il contatto con un animale (vivo o morto) contagiato dal virus o con materiali contaminati.

Insomma: come in Cina cucinano pipistrelli, questi mangiano scimmie.

I sintomi iniziano con febbre, mal di testa, dolori muscolari, linfonodi ingrossati ed esaurimento, cui fa seguito un’eruzione cutanea. La malattia è fatale per il 10% delle persone contagiate.

Ora, dopo il coronavirus, cerchiamo di importare anche il vaiolo delle scimmie, ci raccomandiamo, Conte. Del resto, il PD c’era già riuscito diverse volte:

Nigeriano sbarca infetto da vaiolo delle scimmie: allerta contagio

Nigeriano sbarca infetto da vaiolo delle scimmie: allerta contagio

Caso di ‘VAIOLO DELLE SCIMMIE’ su barcone: centinaia in quarantena, è emergenza




Un pensiero su “Scoppia epidemia di Vaiolo delle Scimmie in Africa: centinaia contagiati, nuova emergenza barconi”

  1. Temo che si siano accorti che il corona è troppo selettivo, se teoricamente risparmia i più giovani devono trovare qualcosa da aggiungere, in fondo c’era la meningite ma non è abbastanza per i criminali in doppiopetto, vogliono le sensazioni forti. Cosa aspettiamo a fare quello che si deve? Ditemi.

Lascia un commento