Coronavirus, Lombardia contro Conte. “Abbiamo recuperato 100mila tamponi da soli”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Li abbiamo recuperati noi, è l’amara verità”. Da Giulio Gallera, sul coronavirus, nuova devastante accusa a Giuseppe Conte e al governo.

“Oggi arrivano 100mila tamponi, e ne abbiamo ordinato ancora un milione che arriverà nei prossimi giorni”, spiega Gallera in collegamento con Rainews24. “Abbiamo dovuto recuperarli noi in urgenza: questa è l’amara verità”. Pochi minuti prima, in collegamento con Agorà su Raitre, lo stesso Gallera aveva accusato Conte di “ignorare i protocolli dell’Iss” e di aver pronunciato accuse “inaccettabili” nei confronti delle Regioni e dell’ospedale di Codogno, colpevole secondo il premier di “non aver rispettato i protocolli” e di aver favorito, così, l’espandersi del contagio.

“Sono assolutamente stupito di questa affermazione del presidente Conte. Francamente spero non sia vera. Noi ci siamo mossi sempre esclusivamente sulla base delle indicazioni definite dal ministero e dal Consiglio superiore della Sanità”, aveva commentato già lunedì sera l’assessore, intervistato dalla Stampa. “Vorrei ricordare che il nostro sistema sanitario, in meno di tre ore giovedì sera, dalle 21, momento in cui è scattato l’allarme, ha individuato il supposto paziente zero. E per farlo abbiamo dovuto risalire almeno 200 contatti diretti che sono stati tutti sottoposti a controlli e abbiamo preso in carico 172 persone. Ora se questo al governo sembra una falla…”. “Forse le falle sono da altre parti – ha concluso accusando il governo -. Qualcuno ci dovrebbe dire come mai a diverse persone è stato consentito di arrivare nel nostro Paese senza controlli di alcun genere”.




Lascia un commento