Coronavirus, Conte smentito dalle sue circolari: è tutta colpa del Governo – VIDEO

Condividi!

Giuseppe Conte ha attaccato senza vergogna l’ospedale di Codogno, denunciando la “gestione di una struttura ospedaliera non del tutto propria secondo i protocolli prudenti che si raccomandano in questi casi”.

Il fulcro della polemica, e anche dell’emergenza Coronavirus, ruota attorno alla storia clinica di Mattia Maestri, il “paziente uno” risultato positivo al test del Covid-19. Il 38enne, secondo quanto raccontato dai familiari, soffre i primi sintomi influenzali intorno al 14 febbraio. Il 18 si presenta in pronto soccorso, si fa visitare, non è grave e quindi viene rimandato a casa. Solo il giorno successivo, il 19, a causa del peggioramento delle condizioni scatta il ricovero. I test daranno esito positivo: Mattia è positivo al Coronavirus e Codogno si trasforma nel centro dell’epidemia italiana. L’inizio di tutto.

Ma i medici hanno seguito i protocolli governativi. Alla lettera. Quindi, se ci sono dei responsabili – e ci sono – quelli sono nel governo: perché in vista dell’arrivo del Coronavirus, non solo non hanno messo i cinesi in quarantena, ma neanche hanno rivisto i protocolli.

Come ci ricorda anche il Giornale:

Anche i medici rispondono alla volgare offensiva di Conte:

Medico Codogno risponde a Conte: “Vergogna inconcepibile” – VIDEO

PRIMA HA IMPEDITO DI BLOCCARE L’INGRESSO DEI CINESI, VIETANDO LA QUARANTENA DEI LORO FIGLI, ORA BLOCCA LE GITE SCOLASTICHE (GIUSTAMENTE) E SE LA PRENDE CON I MEDICI

Virus,Gallera:emerge incapacità Governo
“Sta emergendo la totale incapacità del
Governo di gestire qualcosa che loro
dovevano prevedere”. Così Gallera, as-
sessore al Welfare della Lombardia.
“Veniamo in maniera ignobile attaccati
da un presidente del Consiglio che dice
che noi non seguiamo i protocolli,quan-
do la Lombardia i protocolli non solo
contribuisce a livello nazionale a rea-
lizzarli,ma li segue in maniera puntua-
le”, ha continuato ad Agorà Rai Tre.

Il premier ribadisce: “Un focolaio dif-
fuso perché un ospedale non ha seguito
i protocolli”.

Lombardia: “Seguiti protocolli governo”
Peccato che noi abbiamo seguito, pur-
troppo, i protocolli che ci venivano
dati dal Governo. Se avessimo fatto
quello che come governatori proponevamo
le cose non sarebbero andate così. Io
sono stato zitto finora ma se accusano
il sistema sanitario lombardo non posso
più tacere”. Così a radio Anch’io Radio
il presidente della Regione Lombardia,
Fontana.

Le sue parole dopo l’affermazione del
premier Conte: in Lombardia “un focola-
io diffuso perché un ospedale non ha
seguito i protocolli”.




4 pensieri su “Coronavirus, Conte smentito dalle sue circolari: è tutta colpa del Governo – VIDEO”

  1. E’ evidente che cercano di salvare la faccia per un’ incompetenza stellare per la quale saranno bollati in tutto il pianeta. Ricordo l angoscia nel leggere i “provvedimenti” del nostro governo improvvisato: era lampante che si lasciavano innumerevoli vie di accesso alla patologia. Persone senza capacità e senza onore.

  2. Vediamo il buono, la malattia, almeno a quello che dicono, risparmia i giovani e le persone in salute, e solo in caso di collasso sanitario potrebbe ammazzare un 15 o 20 per cento tra i contagiati, quasi tutti tra i vecchi e malati cronici. Vale la pena bloccare un paese ed ammazzare definitivamente l’economia per allungare di 6 mesi o al massimo un anno a gente che, ringraziando Iddio Padre Onnipotente, la sua vita l’ha già vissuta ed e’ tempo di tornare appunto dal Padre. Si lasci in pace questo povero Coronavirus e lo si lasci diffondere come puo’, poi Dio sceglierà i suoi come ha sempre fatto.

  3. A Vox lo dico per evitargli brutte figure future mentre ad altri non l’ho detto perchè li odio: levate la Y. dalle iniziali di Mattia Maestri, il fatto che lui abbia scritto “quel nome lì” su faccialibro dipende dal fatto che è milanista e grande fan del giocatore Yepes. E chiunque abbia speso due minuti di ricerca online avrebbe potuto scoprirlo. In fondo su faccialibro per un periodo io sono stato Queen LaQuandaleesha McJiggaboo.

Lascia un commento