Coronavirus, Conte vuole riaprire le scuole

Condividi!

Se aveste seguito linee chiare, come la quarantena ai cinesi e a chiunque arrivava dalla Cina, oggi non saremmo il lazzaretto d’Europa. Dando anche per scontato il fatto che altrove, di sicuro, stanno sottostimando.

Nelle zone che non sono focolaio del virus “non si giustifica la chiusura delle attività scolastiche”. Lo ha detto il premier Conte alla protezione civile sottolineando che l’Italia è stata divisa in 3 zone: quelle focolaio, dove valgono le misure restrittive varate, un secondo livello “che si estende alle aree circostanti che presentano episodi da contagio indiretto” e un terzo livello che riguarda il resto d’Italia. E qui “sicuramente non ha ragione di esistere la sospensione si attività scolastiche”.




4 pensieri su “Coronavirus, Conte vuole riaprire le scuole”

  1. Voglio riascoltare l’invitato di ieri sera in rai perché quello che ha detto faceva intendere che vogliano spalmare i contagiati della lombardia in altre regioni, per curarli più efficacemente a loro dire. Ma ho avuto solo il sospetto ora me lo vado a cercare.

  2. I bimbi sono immuni, al limite in quanto portatori sani possono diffondere il morbo tra gli insegnanti boomers ex sessantottini. Che si ammali o, che muoiano, la pensione e’ una possibilità non un ditmritto. A morte! A morte!

    1. Veramente io ho visto un video girato in Cina in cui 3 bambini venivano stipati in un unico sacco mortuario.Non credo ci sia la certezza che.sono immuni, quel che é certo é che un governo di COGLIONI rossi così mai si é visto nella storia!

Lascia un commento