Coronavirus: 80mila casi nel mondo, 1.000 in quarantena a Tenerife

Condividi!

Non si è voluto sigillare la Cina, questi sono i risultati:

L’epidemia di Covid19 ha portato i con-
tagli in tutto il mondo oltre la soglia
degli 80mila. E’ quanto emerge dal ri-
levamento in tempo reale condotto dall’
Università americana Johns Hopkins.

I casi riscontrati sono 80.300 di cui
78mila in Cina, dove altre 71 persone
sono morte in 24 ore, il numero più
basso delle ultime 2 settimane. Sale
così a 2.663 il totale dei decessi.

Confermato il primo caso di coronavirus
nella Spagna continentale: dopo Canarie
e Baleari, un positivo a Barcellona.

E il turista italiano di oltre 60 anni risultato positivo al coronavirus durante una vacanza in Spagna ha dato il via, per oltre mille persone, ad una quarantena nel resort a sud di Tenerife in cui ha alloggiato per una settimana il turista proveniente dalla Lombardia. L’uomo è attualmente ricoverato in ospedale, dopo essersi presentato al pronto soccorso e aver chiesto di sottoporsi al test perché presentava decimi di febbre. Seguendo rigorosamente il protocollo di azione che le autorità spagnole e italiane hanno stabilito per questi casi, le forze dell’ordine hanno impedito per alcune ore a qualsiasi cliente del resort di entrare o uscire dalla struttura. E adesso è scattata la quarantena per tutti, anche se poteva capitare in posti ben peggiori: l’hotel a quattro stelle che affaccia sul mare non è decisamente il posto peggiore in cui dover stare a forza.




Un pensiero su “Coronavirus: 80mila casi nel mondo, 1.000 in quarantena a Tenerife”

Lascia un commento