Coronavirus, ora anche la Toscana chiude ai cinesi: via i cartelloni accoglioni

Condividi!

Accademia di Carrara annulla esame di pittura con 200 cinesi.
Non si registrano al momento casi positivi in Toscana per coronavirus ma intensa è l’attività di prevenzione. Nel Grossetano sono stati effettuati esami ai familiari che vivono a Sorano di un’infermiera di 30 anni che abita a Piacenza e risulta positiva al virus pur se asintomatica. La donna otto giorni fa era stata dalla famiglia a Sorano: ora in isolamento ci sono padre, madre e nonna. A scopo precauzionale chiuse oggi le scuole dell’istituto comprensivo di Pitigliano, Sorano, Castell’Azzara dato che la madre dell’infermiera lavora nel plesso di Castell’Azzara e una zia in quello di Pitigliano. Altri parenti sono a Piancastagnaio (Siena) quindi il sindaco ha vietato eventi pubblici e chiuso le scuole tre giorni in attesa dei controlli sanitari. L’Accademia Belle Arti di Carrara che ha 200 allievi cinesi ha rinviato un esame di pittura. A Pisa è stata rimandata a casa una classe in cui una studentessa era tornata da Lodi. A Prato saranno tolti cartelloni pubblicitari che banalizzano il coronavirus.




Un pensiero su “Coronavirus, ora anche la Toscana chiude ai cinesi: via i cartelloni accoglioni”

Lascia un commento