Coronavirus, i cinesi dovranno dire che sono tornati: le ridicole norme di un governo criminale

Condividi!

E i giornali di regime hanno l’ardire di definire il cosiddetto ‘obbligo’ di avvisare del proprio ritorno dalle zone infette come ‘norma più stringente’:

Nella zona di Prato ci sono migliaia di cinesi clandestini. Viste le abitudini potrebbero esserci anche morti di Coronavirus fatti sparire come consuetudine. L’idea che dichiarerebbero l’arrivo dalla Cina in modo volontario è talmente demenziale da non meritare nemmeno commenti.

Siamo in presenza di ritardati mentali. Ormai è chiaro. Il dramma è che qualcun altro morirà a causa loro. E del loro fanatismo.




2 pensieri su “Coronavirus, i cinesi dovranno dire che sono tornati: le ridicole norme di un governo criminale”

  1. Definirli malati mentali non è esatto, sanno benissimo cosa stanno facendo è un alibi per la loro malafede, non cadiamo anche noi nel buonismo come i kompagni. Devono dimostrare di attivarsi in un modo o nell’altro e si sono inventati pagliativi per salvare la faccia ma non vogliono che noi salviamo la pelle.

Lascia un commento