Altro contagio in Veneto: Coronavirus arriva anche a Venezia

Condividi!

Senza frontiere:

Un altro caso di contagio da coronavirus in Veneto. E’ un uomo di 67 anni, di Dolo, ricoverato ora in rianimazione a Padova. Lo riferisce il presidente del Veneto, Luca Zaia. Il paziente è transitato dapprima al pronto soccorso di Mirano (Venezia), poi nella rianimazione di Dolo (Venezia), e in seguito ad un peggioramento è stato trasferito a Padova. E’ intanto in condizioni stazionarie l’altro paziente di 67 anni di Vo’ Euganeo che fino a ieri rappresentava il secondo caso di contagio da Covid-19 in Veneto. L’amico con il quale, per cause ancora ignote, aveva condiviso il contagio, Adriano Trevisan, 78 anni, è stato il primo deceduto in Italia. L’uomo si trova in cura nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Padova.

Terzo contagio da coronavirus in Veneto. A confermarlo il governatore Luca Zaia che parla di un nuovo caso a Dolo nel veneziano, a un’ora dal “focolaio” di Vo’ Euganeo (Padova) dove un pensionato di 77 anni è morto (è la prima vittima italiana del Covid-19) e un 67enne è ricoverato in gravi condizioni: “È un signore di Mira del ’53 ricoverato ora in terapia intensiva a Padova. Un ulteriore caso e adesso arriveranno anche i test sui familiari degli altri due pazienti di Vo’ e sul loro cerchio ristretto”.

“Questo ultimo caso è un altro caso di ‘scuola’ perché non ha avuto alcun contatto da portatore primario, quindi si può dire con questi tre casi che il virus è ubiquitario, come accade per la sindrome influenzale che non si sa da chi lo si ha preso – ha sottolineato Zaia -. Immagino che avendo casi di questo tipo senza contatto e senza caratteristiche di pazienti sospetti dia dimostrazione che avere altri casi di contagio sia assolutamente possibile visto che sarebbero dei contagi avvenuti fortuitamente”. “Siamo davanti a un virus con bassa letalità, adesso cercheremo di trovare altre soluzioni. Ma niente panico”.




Vox

Un pensiero su “Altro contagio in Veneto: Coronavirus arriva anche a Venezia”

Lascia un commento