Ragazzo italiano ucciso da immigrato con foglio di via, martire immigrazione – VIDEO

Condividi!

Ma non faranno un film su di lui, i parassiti della Rai

Dell’assassinio di David Raggi abbiamo parlato molto in questi anni:

ASSASSINO AFRICANO DI DAVID: DITO MEDIO DOPO SENTENZA

Ve lo ricordate David Raggi? Noi si. La notte tra il 12 e il 13 marzo 2015, nel centro di Terni, fu ucciso. Sgozzato da un clandestino marocchino. Finì così, prima di cominciare, la vita di un italiano di 27 anni.

Il 30enne marocchino, Amine Aassoul, è stato condannato a 30 anni di reclusione. Ma non basta.  I familiari della vittima avevano citato per danni il ministero dell’Interno, quello della Giustizia e la presidenza del Consiglio dei ministri di allora. Alfano, Orlando e Renzi. Non per i soldi, per dare un segno.

Il Viminale era stato chiamato in giudizio per la mancata espulsione dall’Italia dello sgozzatore marocchino, il 30enne Amine Aassoul, dopo che la sua richiesta di asilo politico era stata respinta a settembre 2014 dalla commissione territoriale di Siracusa. Nel frattempo era stata respinta dal tribunale di Caltanissetta anche la richiesta di sospensiva, in attesa dell’esito del ricorso presentato dal nordafricano.

Ovviamente, nessuna condanna per i responsabili politici di questo omicidio. Per tutta la lunga strage di italiani di questi anni.

I responsabili pagheranno un giorno. Devono pagare. Serve una Norimberga italiana.




4 pensieri su “Ragazzo italiano ucciso da immigrato con foglio di via, martire immigrazione – VIDEO”

  1. Il foglio è di via libera

    nel senso : fa pure come cazzo ti pare anzi, datti da fare

    e allora?

    Cosa c’è di strano?

    Ancora vi indignate, fingendo di non capire,
    oppure davvero credete ciecamente a babbo natale?

Lascia un commento