Baby gang multietnica sfascia auto, distrugge canonica e assalta scuola: “Si annoiano” – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Carpi è infestata e sconvolta da mesi, da una gang di teppisti dediti alla delinquenza e violenza:

Figli di immigrati vandalizzano scuola, seconda volta in 2 anni: liberi

È l’evoluzione delle baby gang composte in gran parte da immigrati di seconda generazione che, dove l’immigrazione è più matura, come in Francia, ad esempio, sono attive da anni.

Coppia aggredita da 10 immigrati: lui massacrato, lei si difende e ne fa arrestare uno

Le baby gang esistono da molto tempo nelle grandi città. Sono spesso composte da giovani stranieri di seconda generazione, figli di famiglie integrate, ma contrari all’integrazione. Sono infatti proprio le generazioni successive ad integrarsi meno, perché non si sentono e non sono italiani ma non possono nemmeno dirsi pienamente africani o asiatici come i loro genitori. E’ il dramma degli sradicati che genera e genererà sempre più violenza.

Eppure, in Francia, sono tutti ‘francesi’.

Che trovano nella violenza gratuita il modo di contrastare la scelta dei genitori, dei nonni, di integrarsi in un nuovo Paese. Certi dell’impunità e in aperta sfida con le forze dell’ordine. La propensione alla violenza viene enfatizzata dall’effetto combinato di droghe e alcool. Pare che i balordi di Carpi utilizzino una miscela di alcool e antidepressivi, che combinati danno effetti simili all’eroina. Facendo perdere la coscienza: quella critica, quella morale.

Nelle varie cronache e interviste giornalistiche e televisive la gang è composta da figli di immigrati ma ha inglobato anche alcuni ragazzini locali. E questo è un altro aspetto del problema: una piccola frangia viene portata sulla cattiva strada frequentando ‘loro’.

E’ un fenomeno noto in Paesi che hanno già passato l’esperimento sociale definito ‘integrazione scolastica’.

Ecco cosa fanno i migranti alle donne: nasi fratturati a testate




Un pensiero su “Baby gang multietnica sfascia auto, distrugge canonica e assalta scuola: “Si annoiano” – VIDEO”

  1. Da quel che mi ha raccontato un ragazzo che li frequentava, utilizzano una pastiglia chiamata rivutrin, la quale toglie la paura e infonde coraggio. Dopo l’assunzione sono capaci di compiere violenze e azione efferate senza nemmeno rifletterci.
    Nel mio caso, alcuni anni fa, stavo sostando a Bergamo in attesa del bus e venni avvicinato da un ragazzo del genere afroislamico. Non capivo che voleva, disse un sacco di stronzate, al fine di trattenermi fino all’arrivo dei suoi connazionali. Poco dopo arrivarono due energumeni, un negro e un meticcio e mi minacciarono con un coltello. Dovevo consegnare loro tutto il denaro che portavo con me in quel momento. Preso dal panico tentai di reagire, purtroppo erano in maggioranza e riuscirono a sfilarmi 50 euro dallw tasche. Nel mentre una volante e un furgone della polizia sostavano davanti alla stazione ferroviaria, nessuno vide nulla e nessuno fece nulla.

Lascia un commento