“Pensa come vuoi ma pensa come noi”, tocca anche a Di Maio

Condividi!




8 pensieri su ““Pensa come vuoi ma pensa come noi”, tocca anche a Di Maio”

  1. Stanno preparando qualcosa di losco: nelle zone Acqui Terme, Cassine, Alessandria c’è stata una imponente esercitazione delle forze dell’ordine (uomini e mezzi) il trafiletto dice che la popolazione è rimasta perplessa.

    1. Esercitazione anti-alluvioni “Grifo 2”

      Per gentile concessione del comando provinciale dei Carabinieri di Alessandria, il programma:

       alle ore 9.00, la Centrale Operativa di Alessandria ha simulato la ricezione di una segnalazione da parte del Comandante della Stazione di Capriata d’Orba per una rilevante esondazione del torrente Orba che, a breve, avrebbe richiesto l’evacuazione della caserma; contemporaneamente, la Centrale Operativa della Compagnia di Acqui Terme e quella dei Vigili del Fuoco di Alessandria hanno segnalato una forte alluvione del fiume Bormida, che stava invadendo alcune aree della città di Acqui Terme (in particolare via Circonvallazione) e delle campagne tra i comuni di Cassine e Strevi, con la conseguente possibilità della chiusura della S.P. 30 “Di Valle Bormida”;

       alle ore 9.10, il Comandante Provinciale, sentito il Centro Coordinamento Soccorsi costituito presso la locale Prefettura e valutata la situazione complessiva, ha richiesto al Capo Ufficio OAIO della Legione Carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta” l’attivazione del “Piano Regionale di Gestione delle emergenze di protezione civile”, disponendo l’attivazione degli asset di competenza dei reparti dipendenti, al fine di predisporre le aree di concentramento e di successivo alloggiamento dei rinforzi in arrivo, secondo quanto stabilito dal medesimo piano regionale; ha inoltre verificato l’efficienza dei collegamenti radio e telematici; dopo avere ricevuto il controllo operativo delle forze messe a disposizione dal Comando Legione, sulla base delle informazioni assunte dai servizi già in circuito, il Comandante Provinciale ha designato il ridispiegamento delle forze, provvedendo alla sistemazione alternativa dei reparti con sedi inagibili;

       la Centrale Operativa, quindi, ha contattato direttamente gli equipaggi di rinforzo, stabilendo un costante flusso informativo circa l’evoluzione della situazione, dando esecuzione al ridispiegamento delle unità sulla base delle direttive ricevute dal Comandante Provinciale. L’esercitazione si è conclusa positivamente, con il successivo debriefing presso la sala convegno del Comando Provinciale, avendo raggiunto gli obiettivi prefissati, tra i quali il concorso alle attività di primo soccorso, la continuità e l’efficienza del servizio istituzionale, coprendo i reparti colpiti, nonché la partecipazione di propri rappresentanti a tutti i centri di coordinamento della Protezione Civile.

  2. Le numerosissime alluvioni che hanno interessato Acqui e dintorni in questi ultimi anni hanno già insegnato loro come ci si comporta in tali circostanze. Quello che non hanno fronteggiato mai invece è un’ epidemia apocalittica, panico, supermercati presi d’assalto ecc

    1. Non sono così sicuro che ci sarà effettivamente una epidemia apocalittica dalle nostre parti. Sicuramente saremo anche noi in qualche modo visitati da Corona-chan. Tuttavia, non è affatto vero che i virus non sono razzisti. Questo è facilmente osservabile dalle statistiche riguardanti l’influenza Spagnola. Si è trattato di una grave epidemia per tutti, specie nel contesto storico della guerra e della conseguente malnutrizione del popolo, ma per qualche popolo in particolare – addirittura non toccato dalla guerra come ad esempio i polinesiani – si è trattato di un flagello ben più grave rispetto a quanto sia stato qui.

Lascia un commento