Coronavirus, escono primi italiani da Cecchignola: per loro quarantena, per i cinesi NO

Condividi!

Fine della quarantena per 19 italiani
che erano rientrati da Wuhan. Hanno
lasciato il complesso militare della
Cecchignola a bordo di quattro pulmini.
Altri 35 lasceranno la struttura nelle
prime ore di domani mattina. Sono tutti
negativi ai test sul coronavirus.

VERIFICA LA NOTIZIA

“E’ finita, è andata bene, siamo stati
trattati benissimo. A chi deve venire
qui dico ‘siete in una botte di ferro’.
Siamo gli unici italiani certificati,
siamo virus free.Ero a Wuhan per lavo-
ro, ci sono stato appena un giorno”,ha
detto uno dei 55 uscendo a piedi.

“Saranno rilasciati dei certificati che dimostrano in maniera definitiva che queste persone non sono affette dal Cornavirus. La nostra presenza e l’abbraccio di due ministri qui lo dimostra, è un segnale molto positivo”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, che oggi ha incontrato i 55 italiani che usciranno dalla quarantena alla Cecchignola. “Ci tenevamo – ha aggiunto – ad esseri qui per abbracciarli a nome del governo e degli italiani. Lo Stato ha fatto fino in fondo la sua parte. Abbiamo fatto la scelta giusta della quarantena”. Presente anche il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini. Gli ospiti, ha spiegato, “hanno vissuto con grande dignità e interazione con militari. Voglio testimoniare i sorrisi delle persone che abbiamo incontrato e la gratitudine per l’impegno delle istituzioni e il personale col quale sono stati fortemente in contatto in questi giorni di quarantena”.

Intanto i cinesi, migliaia che stanno ‘rientrando’ in Italia con scalo in altri Paesi, non fanno alcuna quarantena. Non hanno bisogno di alcun certificato: nemmeno i bambini a scuola.




Lascia un commento