Chiesa regala nave nuova a Rackete per traghettare clandestini in Italia: costata 1 milione di euro

Condividi!

Ong, presa all’asta Sea Watch 4. E’ costata 1 milione di euro, finanziata con le donazioni dalla chiesa evangelica tedesca. Un’altra nave. Si chiama Sea Watch 4. Dopo SeaWatch 3, dissequestrata lo scorso dicembre dal tribunale di Palermo e tornata in mare dopo la vicenda di Carola Rackete, la Ong tedesca avrà una nuova imbarcazione battezzata ieri a Kiel, in Germania. Lo ha annunciato la stessa organizzazione su Twitter: «Da aprile, SeaWatch potrà contare su un’altra nave di soccorso! La nave, acquistata all’asta dall’alleanza United4Rescue, è stata battezzata oggi a Kiel conil nome di Sea-Watch 4.

“Sono ancora nella lista dei contatti di Sea Watch, che viene consultata in caso di emergenza”, ha dichiarato la ragazza tedesca al quotidiano tedesco Die Welt. Dunque in futuro, forse già in estate, si potrebbe rivedere la Rackete al timone della nave dell’Ong tedesca. Lì dove si trovava, come detto prima, quando a giugno ha forzato il blocco dinnanzi le coste lampedusane. Per quell’episodio, la ragazza tedesca è indagata dalla procura di Agrigento, la quale proprio nei giorni scorsi ha chiesto sei mesi di proroga per proseguire l’inchiesta.

“Potrei tornare in estate – ha dichiarato Carola Rackete – Ma al momento non è previsto”.

La Chiesa tedesca dona la nave Poseidon alla Ong Sea Watch. I fondi provengono dalla neonata Alleanza United4Rescue a cui partecipa la città di Palermo. Come se a Palermo non ci fossero problemi di povertà da risolvere.

VERIFICA LA NOTIZIA

Presentata ieri ad Amburgo, United4Rescue, capeggiata dalla Chiesa evangelica tedesca e da numerose associazioni ed enti pubblici locali tedeschi e anche italiani, ha ‘donato’ la nave Poseidon alla Ong Sea Watch, che già possiede la nave Sea Watch che era impiegata in attività di traghettamento dalla Libia all’Italia prima di essere sequestrata dalle autorità italiane al tempo di Salvini.

Ecco, ora Rackete ha una nave nuova per traghettare clandestini.

Questa seconda nave, che sarà ‘varata’ probabilmente il 30 gennaio 2020 e messa in mare durante la prossima primavera.

Siamo sotto assedio. Si spera che a primavera ci sia, finalmente, il primo governo sovranista. E allora ci sarà, davvero, da divertirsi.

Come riferisce l’Agenzia Nova, Orlando ha spiegato al settimanale ‘Die Zeit’ che Palermo aderisce perché “questa alleanza rappresenta la mia visione e la visione della mia città”.

All’iniziativa hanno aderito Medici senza frontiere, l’Accademia della musica di Berlino, la gioventù cattolica tedesca, uno studio legale di Göttingen, Pax Christi, Sea-Watch.

Chiesa compra nave gigante per traghettare immigrati in Italia dalla Libia – FOTO

Chiesa finanzia Ong con 150mila euro e una nuova nave per traghettare clandestini in Italia




Lascia un commento