Coronavirus, Salvini: “Contagiati sui barconi? Denuncio ministro Lamorgese”

Condividi!

“Se Conte e i suoi sciagurati ministri proveranno a riaprire porti avrà in me e nella Lega avversari che non si arrenderanno mai. Dice ‘se scende da un barcone uno con il coronavirus denuncio il ministro’. È certo che il contagio è arrivato anche in Africa a maggior ragione controllare chi entra e esce non è un diritto, è un dovere”, così Salvini in diretta su Facebook.

In realtà i porti sono belli che spalancati da mesi:

Sbarchi decuplicati: sfondati 2mila clandestini in 48 giorni

“Se qualcuno vuole cancellare i decreti sicurezza sappia che fa un favore ai mafiosi e ai trafficanti – prosegue sul tema immigrazione -. Siamo pronti raccogliere milioni di firme in tutta Italia per fermare questo ritorno al passato. In Italia c’è bisogno di più sicurezza e non di meno. Che poi Conte dia retta più alle sardine che non al popolo è certamente surreale. Viviamo un periodo molto, molto, particolare ma prima o poi si tornerà a votare”.

Conte e PD all’attacco dei Decreti Sicurezza.Li fermeremo, con il futuro degli Italiani non si scherza. Per fare parte della squadra con la nuova tessera della Lega legaonline.it/iscriviti

Posted by Matteo Salvini on Monday, February 17, 2020




Un pensiero su “Coronavirus, Salvini: “Contagiati sui barconi? Denuncio ministro Lamorgese””

  1. Salvini, ti segnalo Nancy Messonnier, la sorella di Rod Rosenstein.
    https://halturnerradioshow.com/index.php/en/news-page/news-nation/alleged-c-d-c-text-messages-say-over-1-000-infected-with-coronavirus-in-u-s-a-being-deliberately-concealed
    https://archive.ph/29TRj
    E a questo punto aggiungo che la propagazione è programmata: troppo semplice sempre dire “scusa, sono un deficiente”, è una scusa che può reggere al massimo un paio di volte.

Lascia un commento