Sardina contesta Santori e viene cacciato, vuota il sacco: “Ci ha creato il PD”

Condividi!

Nelle Sardine è vietato il dissenso. Chi ha contestato il capo:

Sardine contestano Santori, lui scappa – VIDEO

E’ stato fatto fuori. E ha vuotato il sacco:

Mattia Santori, il leader delle Sardine, attacca il Movimento 5 Stelle sulla decisione di scendere in piazza contro i vitalizi ai parlamentari. “Piuttosto pensino ai decreti sicurezza”. Il che la dice lunga sulle demenziali priorità dello sciroccato.

E un debole per il leninismo: “Con dieci voti su 78 iscritti al gruppo, sono stato espulso dalle sardine lucane”, ha denunciato lo stesso attivista 52enne, regista e scrittore con un passato da militante nelle fila di Rifondazione Comunista prima e nel Movimento 5 Stelle poi. “Mi hai fatto espellere con dieci miseri voti – scrive Petrone su Facebook rivolgendosi a Mattia Santori – neanche Casaleggio è arrivato a tanto”. “Il dissenso – aggiunge – si combatte con la parola, non con la censura”.

Povero comunista illuso finito nella rete del Pd.




Un pensiero su “Sardina contesta Santori e viene cacciato, vuota il sacco: “Ci ha creato il PD””

Lascia un commento