Gregoretti, ministri in fuga da Salvini: “Governo assente, io ho difeso confini” – FOTO

Condividi!

Al Senato oggi si vota per il processo a Salvini. Stefani: “Tutto l’esecutivo coinvolto”. Ma i banchi del governo sono vuoti

Vuoti i banchi del governo durante la discussione sulla richiesta di autorizzazione a procedere. “Che pena, senza vergogna”, ha scritto sui social Salvini pubblicando una foto dei banchi, “Governo assente. Vogliono mandare a processo Salvini, non hanno il coraggio di presentarsi in Aula”.

Andare al processo per la vicenda Gregoretti “è un motivo d’orgoglio. Io non scappo”, ha dichiarato il leader della Lega ai cronisti al Senato. “Siamo antropologicamente e culturalmente diversi – ha tuonato -: io mai nella vita chiederò che siano i giudici a giudicare Conte, Zingaretti o Di Maio. Il giudizio che conta è quello del popolo”. “Difesa dei confini era mio dovere”.

È stato poi il momento della senatrice Giulia Bongiorno: “In questi giorni il dibattito è stato ‘Salvini fuggirà o no dal processo?’ Come se il processo fosse già deciso. Attenzione a non abdicare del tutto al nostro dovere. Se ragioniamo così ci trasformiamo in Azzeccagarbugli. Non siamo Azzeccagarbugli. E lo dico anche a Salvini: non si faccia provocare. Nessuno di noi può scavalcare i giudici. Senatore Salvini è in gioco il suo destino, ma è in gioco anche l’indipendenza dei poteri”. L’avvocato aveva già invitato Salvini a “non avallare la linea dell’autorizzazione a procedere”.




Lascia un commento