Coronavirus dilaga: a Singapore evacuato grattacielo, altri 39 casi su nave crociera in Giappone

Condividi!

Il coronavirus a Singapore. Città stato a maggioranza cinese nel sudest asiatico. L’ultimo caso alla Dbs, la più grande banca dell’isola città-stato. Dopo essersi sottoposto al test, un impiegato è risultato positivo al contagio e ciò ha costretto la banca ad evacuare tutto lo staff del grattacielo che ospita i suoi uffici. Si tratta di circa 300 persone che occupavano le stanze del 43esimo piano del Marina Bay Financial Centre Tower: adesso stanno lavorando da casa, mentre l’infettato e la sua famiglia stanno ricevendo tutta l’assistenza necessaria. Tutti gli uffici della banca verranno disinfettati, mentre i dipendenti saranno sottoposti ad ulteriori misure di prevenzione. Con il contagio dell’impiegato della Dbs salgono a 50 i casi di coronavirus confermati a Singapore.

VERIFICA LA NOTIZIA

Intanto, il Giappone ha annunciato di aver riscontrato altri 39 casi di coronavirus sulla Diamond Princess, la nave da crociera che è stata messa in quarantena nel porto di Yokohama. Il numero di persone contagiate sale così a 174 su 492 controllate, ma ci sono circa 3500 passeggeri a bordo, 35 dei quali sono italiani. Tra l’altro uno degli ultimi casi accertati riguarda un funzionario sanitario che si occupava di misurare la temperatura e collezionare questionari medici: non gli è bastato indossare la mascherina e i guanti per evitare di essere infettato. A dare la notizia è stato direttamente il ministero della Salute di Tokyo, che ha anche reso noto di aver fatto sbarcare quattro persone dalla nave in quarantena: sono state ricoverate in ospedale in gravi condizioni. Quello della Diamond Princess resta il caso di coronavirus più grave al di fuori dei confini cinesi.




Un pensiero su “Coronavirus dilaga: a Singapore evacuato grattacielo, altri 39 casi su nave crociera in Giappone”

Lascia un commento