Coronavirus, così la Cina trucca i numeri del contagio: non conta gli infetti

Condividi!

In Cina non viene contato chi è positivo al test come infetto, se non manifesta i sintomi: febbre, tosse e difficoltà respiratorie.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ufficialmente la Cina precisa che per i pazienti asintomatici la “classificazione va rivista a caso confermato”, questo in contrasto con l’Oms, che invece considera contagiati tutti i pazienti positivi al coronavirus, indipendentemente dai sintomi. Come ovvio che sia.

Ecco spiegato perché i contagiati in Cina sono ‘solo’ decine di migliaia e non centinaia di migliaia. E chissà quanti morti non si sa di cosa.




Lascia un commento