Mattarella getta la maschera: non chiudere i confini

Condividi!

“Quella citazione di Coluccio Salutati, è particolarmente preziosa, quella di ‘non chiudersi nella solitudine’, di non rifugiarsi nella solitudine propria, è una sorta di messaggio a evitare chiusure dei propri confini personali, locali, nazionali, culturali, che è preziosa nel momento che attraversiamo in tutta la comunità internazionale”.

Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso del suo intervento durante l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Teramo.

Chiaro il riferimento alla chiusura delle frontiere dovuta al Coronavirus che non trova d’accordo Mattarella.

I muri hanno difeso le civiltà da sempre. Roma nasce, anche simbolicamente, dal sacrificio di Remo che osò violarne il confine.

Lo stesso termine Paradiso deriva dal sanscrito paradesha: luogo recintato e protetto.

Il luogo più importante di tutto il pensiero indoeuropeo prima e cristiano poi, è quindi concepito come ‘recintato e protetto’. Cinto da muri! Perché tutto quello che conta deve essere protetto: tutto ciò che è esiste in funzione di ciò che non è. L’esistenza è separazione: il ‘senza muri’ è il caos primordiale.

“L’accoglienza non va mai attuata discapito della sicurezza. La società che si riempie di sconosciuti e delinquenti è destinata a morte certa”. Così, Padre Giacobbe Elia, prete della Marsica, asfalta Bergoglio in un’intervista su La Verità.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma è solo l’inizio. Elia da sempre sostiene la legittimità dei confini – che hanno avuto dall’alba dei tempi un ruolo decisivo e cruciale nell’edificazione di tutte le civiltà – e della loro difesa; elogia l’uso del crocifisso fatto dal ministro dell’interno Salvini durante la scorsa campagna elettorale, riferendosi all’invocazione della protezione di Maria come un gesto “che ha onorato Dio”, perché “ha ricordato a tutti noi le radici cattoliche della nostra fruttuosa civiltà”.

“I fedeli comprendono sempre di più che il fenomeno immigrazione è artificioso. Sanno bene che i veri poveri giacciono dimenticati in Africa”.

Non bisogna confondere il “cristianesimo con il buonismo“. E poi “quelli che invitano ad aprire le porte, non accolgono nessuno nella propria casa“. Compreso Papa Francesco, che dice di costruire ponti, ma “vive in Vaticano, circondato da mura. Solo le città che hanno mura possono costruire ponti”, creati dall’economia, dal desiderio di conoscere altre civiltà. “Ma può conoscere un’altra civiltà solo chi ne possiede una propria”.

Punto. Set. Partita.




3 pensieri su “Mattarella getta la maschera: non chiudere i confini”

  1. Se è vero quello che sospetto, ovvero che la cosa è già in giro perchè siete degli schifosi e tu oggi mi dici questo e per il fine settimana mi dirai altro… Che figura ci fai, mummia? COme fai a guardarti allo specchio? E magari pensi anche di fare del bene. Ma a chi? Quanto ti pagano? Sufficiente per avere sulla coscienza tutte queste cose?

Lascia un commento