Citofono, la rivelazione: “17enne tunisino in galera per spaccio, ci sono le foto” – VIDEO

Condividi!

E’ diventata una sorta di star della sinistra pro-invasione, il 17enne tunisino che secondo i vicini spacciava droga nel quartiere Pilastro di Bologna. Ora choccato da una citofonata.

“Ho 17 anni, studio e gioco a calcio. A Imola. Sono stato convocato in nazionale (!!!), è stata una grandissima esperienza”. Ha detto in un’intervista che andrà in onda questa sera a Piazza Pulita su La7. Come sempre programma molto equilibrato:

'Perché proprio a me la citofonata di Salvini?' – Parla Yassin

'PERCHÉ PROPRIO A ME?' Parla Yassin, il ragazzo al quale Salvini ha citofonato durante la campagna elettorale in Emilia Romagna.Stasera a Piazzapulita l'intervista integrale di Luca Bertazzoni.

Posted by Piazzapulita – LA7 on Thursday, January 30, 2020

“Non ho mai avuto precedenti, non sono uno spacciatore”, ha detto. Affermando che Salvini gli avrebbe rovinato la vita.

Tesi che cozza con l’ammissione iniziale, smentita poi col cambio di avvocato. Avvocato delle sardine. E che cozza anche con le denunce presentate a Polizia e Carabinieri, con annesse foto. Secondo quanto rivela la donna poi fatta oggetto di minacce:

Visto? Chi denuncia gli spacciatori viene messo all’indice e indotto al silenzio dalla mafia rossa. Mafia rossa che è nei media, nella politica e nella magistratura.

Ricordiamo che il padre è reoconfesso.




Lascia un commento