Kobe Bryant, l’attrice Evan Rachel Wood: “Se ne va uno stupratore”

Condividi!

Evan Rachel Wood, attrice famosa per la serie Westworld, ha postato su Twitter una frase che ricorda il passato del cestista Kobe Bryant, morto domenica assieme alla figlia ed altre sette persone in un incidente a Los Angeles con l’elicottero. “Ho il cuore spezzato per la famiglia di Kobe. Era un eroe dello sport. Era anche uno stupratore. Ed entrambe queste verità possono esistere simultaneamente” ha scritto l’attrice. Svelando la nota vicenda del presunto stupro.

Il caso di violenza sessuale a cui la Wood si riferisce è relativo al 2003; Bryant venne accusato di violenze da una cameriera di un hotel in Colorado. Il giocatore si scusò pubblicamente e l’accusatrice fece cadere il caso rifiutandosi di testimoniare. Successivamente il cestista fece una sorta di bizzarra ammissione, in cui si scusò anche con la presunta vittima, dicendo di non essersi reso conto che non fosse consenziente come lui credeva. Una sorta di confessione postuma, secondo alcuni.

Una giornalista che alla notizia della morte aveva linkato la notizia dello stupro è stata licenziata dal WP. Perché ‘negro’ batte ‘femminista’ nella classifica dei privilegi. Questo al di là che lo stupro fosse o meno reale.




3 pensieri su “Kobe Bryant, l’attrice Evan Rachel Wood: “Se ne va uno stupratore””

  1. Mi permetto in questo caso di essere “possibilista” perchè credo che lui fosse “innocente”.
    Ho due ipotesi:
    1) lui glielo ha buttato dove lei non voleva (rischi del mestiere)
    2) lei ha pensato di farci dei soldi, come poi è avvenuto

    (ammetto di avere una certa indulgenza per il defunto, perchè parlava Italiano meglio di certa gente che passa in tv e soprattutto amava l’Italia molto più delle zecche – senza secondi fini parassitari)

  2. Vox deve riportare che la donna stuprata dal cestista megalomane era bianca e ariana, altrimenti la gerarchia che si enuncia non perde di coerenza: stupratore negro (Bryant) batte cameriera bianca, ma reginetta di bellezza negra batte stupratore negro (Tyson). Gli Ebrei poi battono tutti.

Lascia un commento