Facebook rimuove video citofonata Salvini: viola privacy spacciatori

Condividi!

“Facebook ha rimosso dalla pagina di
Matteo Salvini il video della vergogna:
la diretta della sua citofonata a casa
di Yassin”. Lo dice l’avvocato Cathy La
Torre, che difende il 17enne cercato al
citofono dal leader leghista a Bologna.

Il 21 gennaio Salvini è andato sotto
casa del giovane, su segnalazione di
una residente, e al citofono gli ha
chiesto se lì abitasse uno spacciatore.

L’avv. La Torre aveva chiesto la rimo-
zione per “incitamento all’odio” e oggi
la documenta postando gli screenshot.

Prendiamo con le pinze questi annuncia da parte di un avvocato prezzemolino e attivista LGBT, noto per essersi opposto all’emendamento anti-pedofili e necrofili in Emilia Romagna.

Cosa farete, quando gli spacciatori li andremo a prendere casa per casa? Chiamerete Facebook?




Vox

2 pensieri su “Facebook rimuove video citofonata Salvini: viola privacy spacciatori”

  1. Ma sì, sono convinti che con le carte bollate, con le ordinanze o le sentenze possano fermare un processo storico. Le sentenze hanno potere fintanto che c’è uno strumento coercitivo capace di imporle. Vorrebbero e forse pensano che la loro volontà abbia da sola forza di azione. In ciò sono molto ‘fascisti’, volontà è potenza si diceva, ma no, la volontà è potenza solo se sostenuta da forza e capacità di agire altrimenti è solo isterismo del voglio voglio e chi non mi lascia fare sono i cattivi di turno. Loro sono, a parole, contrari all’uso della forza, salvo quando si tratta di usarla verso gli oppositori, quindi lasciano, malvolentieri, questi compiti alle forze dell’ordine, ma un domani potrebbero accorgersi che se nessuno eseguirà più i loro ordini, sentenze, o leggi che si scrivono da soli, avranno lo stesso valore della carta riciclata.

  2. Facebook da che parta stai? Tanto non sarai tu con la censura a nascondere la triste realta’ che esiste , anzi impegnati con i vostri potenti mezzi per far guardare in faccia la realta’ e promuovere iniziative ed educare la societa’ del futuro.

Lascia un commento