Algerino pesta agenti: “Vi ammazzo, poliziotti di merd*, non toccarmi troi*”

Condividi!

Un pericoloso algerino è stato arrestato a Ventimiglia nella zona della stazione ferroviaria. L’afroislamico, alla vista degli agenti, ha tentato di fuggire e, una volta raggiunto si è divincolato spintonandoli e colpendoli ripetutamente.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dopo averlo contenuto e portato in auto, l’africano ha continuato ad inveire con frasi ingiuriose (“vi ammazzo, poliziotti di merda, vi ammazzo”) e, nel tragitto in macchina, ha continuato a sferrare calci e pugni contro l’abitacolo.

Anche in Commissariato, ha proseguito con fare minaccioso e violento, sfociato in un raptus contro i 3 poliziotti che stavano cercando di procedere ai rilievi foto, procurando loro diverse lesioni. E’ stato così portato in ospedale dove, non contento, ha ingiuriato il personale in particolare l’infermiera e la dottoressa (“sei un troia, non toccarmi puttana”). E’ stato quindi sedato e si è tranquillizzato. Ma non è stato abbattuto, cosa che ci rattrista assai.

Dai controlli è emersa la storia criminale dell’algerino: diversi alias e precedenti penali come sostituzione di persona, violazione della legge sugli stranieri, resistenza, violenza, minacce e lesioni contro pubblico ufficiale. Ma era ancora in Italia.

Dopo l’arresto di sabato, stamattina, dopo la convalida dell’arresto, il giudice ha disposto per lui la custodia in carcere




Un pensiero su “Algerino pesta agenti: “Vi ammazzo, poliziotti di merd*, non toccarmi troi*””

Lascia un commento