Il PD crede di avere vinto: “Ora via i decreti sicurezza”

Condividi!

Il Pd, dopo avere vinto nei dintorni di Bologna, si comporta come se avesse vinto le elezioni politiche italiane. In realtà ha solo mantenuto, di poco, una regione che prima non era nemmeno in discussione: da -20 a -3 (48 a 45) e avendo chiamato a raccolta ormai tutto e il contrario di tutto.

“Ora i grillini devono rinunciare al loro armamentario. Facciano un passo indietro sulla prescrizione”.”È giusto che oggi si usi questo risultato per modificare l’asse politico del governo su molte questioni”.

Conseguenza elezioni: i decreti sicurezza tornano sul tavolo del governo. Il tema dei migranti e dei decreti sicurezza sarà molto dibattuto nelle prossime ore: la vittoria del Partito Democratico alle elezioni regionali in Emilia Romagna e ancora di più la debacle del Movimento 5 stelle consentiranno al partito di Zingaretti un maggior potere negoziale ai tavoli di confronto a palazzo Chigi.

Come ha già ribadito nella notte elettorale il vicesegretario del Pd Andrea Orlando, uno dei primi temi che il Pd intende portare nell’agenda del governo è la cancellazione dei decreti sicurezza che pongono in capo al ministero dell’interno il potere di “chiudere i porti” alle navi delle Ong.

Capito? Un partito che in tutta Italia non ha nemmeno il 20 per cento, vuole dettare la linea ai sovranisti che sono la maggioranza degli italiani. E’ il tempo della rivolta.




3 pensieri su “Il PD crede di avere vinto: “Ora via i decreti sicurezza””

  1. Il PD era quello che fino a ieri accusava Salvini di usare le elezioni regionali strumentalmente alla politica nazionale ed ora fa esattamente lo stesso.
    Ma attenzione, perchè dopo le dimissioni di Di Maio e la batosta elettorale i 5stelle sono decisamente disorientati: pur di scongiurare le elezioni saranno pronti ad obbedire a qualsiasi dictat del PD, dall’abolizione dei decreti sicurezza al voto sullo ius soli.
    Purtroppo queste puttane a 5stelle sono state votate dal 33% degli italiani; è colpa di questo elettorato se siamo in quesata situazione.

  2. concordo anch’io, ma ricordati che lo ius soli fu fatto fallire con molti meno voti e presidenze di commissioni già nella scorsa legislatura abusiva, non starò qui a ricordare ancora l’incostituzionalità che permise al pd di prendere il 55% dei seggi col 29% dei voti e qualche spicciolo di dubbissima provenienza.

Lascia un commento