Ha ucciso 392 italiani: “Odio gli italiani. Vivono in uno Stato fallito”

Condividi!

La Svizzera è una non-nazione, uno Stato posticcio che le élite mantengono in vita perché serve come cassaforte alle loro ruberie. E tra l’altro è anche l’unico Stato multietnico a funzionare, per un motivo semplice: ogni etnia sta a casa sua, nel suo cantone.

“Dentro di me provo odio per gli italiani”. E’ la frase shock pronunciata dall’ultimo oadrine di Eternit, Stephan Schmidheiny, in una delirante intervista rilasciata ad un quotidiano della Svizzera tedesca, proprio quando riprende in tribunale a Vercelli l’udienza del processo che vede il magnate elvetico chiamato a rispondere di omicidio volontario per le vicende di 392 lavoratori italiania ammalati e morti per l’amianto lavorato nello stabilimento di Casale Monferrato.

Quando i tuoi avi ancora vagavano coperti di pelli in fuga dagli Unni, i nostri già se lo buttavano nel culo. Cosa in cui voi, ora, ci avete ampiamente superati.

Il gup deve decidere sul rinvio a giudizio di Schmidheiny, che è finito ancora più nella bufera per delle dichiarazioni rilasciate mesi fa: “Quando oggi penso all’Italia provo solo compassione per tutte le persone buone e oneste che sono costrette a vivere in questo Stato fallito. Non ho intenzione di vedere una prigione italiana dall’interno – ha detto il magnate -. Alla fine il mio comportamento sarà giudicato correttamente e un giorno verrò assolto“.

Spartiamoci la Svizzera con Francia e Germania. E via quel confine fittizio a Como.




5 pensieri su “Ha ucciso 392 italiani: “Odio gli italiani. Vivono in uno Stato fallito””

  1. Ci piace ricordare il soggetto anche per ASEA Brown Boveri (ABB per gli amici), per la banca UBS, per gli orologi Swatch e per la prima moglie ebrea (morta nel 2019).
    E volendo si potrebbe anche citare uno dei miei passi preferiti del De Bello Gallico, quello in cui Giulio fa tagliare le mani agli Elvezi e le fa ammucchiare come monito per chi si trovasse per caso a passare.

    1. Ciao “Antani”, concordo pienamente, e che qualcuno mi illumini sul fatto che Israele sia considerato EUROPA!! per quel che mi riguarda in europa non vi sono guerre ufficialmente e “NON SI FA IL TIRO AL PICCIONE CON BAMBINI”! riguardo alla tua considerazione su” La Svizzera gli ebrei d`europa,” non credo che in italia siamo meno ebrei! Basta solo vedere chi “CONTA” ! La stampa ma i media in generale sono in mano loro, da Mieli, a Colombo a Franco, Lerner, Mentana, Parenzo, Fiano che è perfino segretario di una realtà di nome “SINISTRA PER ISRAELE” ma che continua a fare proposte restrittive nei confronti della nostra storia, bella o brutta che sia , e la lista è lunga, quindi forse è il caso di parlare di EUROPA EBRAICA, non per ultimo sembra che le stelle stiano a simboleggiare il numero dei figli di Giacobbe! Italia Stato fallito, ma da Mina a Schumacher/Ferrari, Marchionne, Gucci ecc ecc i soldi italiani non gli fanno schifo! Ti aprono una ditta in un giorno se porti qui la grana, e per un decennio non paghi tasse, oppure come Schumacher e tutti i pezzi da novanta, puoi BARATTARE con il comune che preferisci, una quota fissa che vada bene ad entrambi, Schumi che ai tempi guadagnava centinaia di milioni, paga ad oggi una fesseria, ma anche VETTEL vive nel canton Turgovia, e stai tranquillo, che se gli svizzeri pagano quegli stipendi tipo Marchionne, di sicuro introducono una clausula con l`obbligo di pagare le imposte in Svizzera! Allo stato fallito, ci aggiungo, non per ultimo perchè non comandano gli italiani!

  2. Su una cosa penso abbia ragione, che il nostro é uno Stato fallito. Più che fallito direi però di m**da, perché se tale non era, lui non avrebbe potuto operare tranquillamente per decenni come ha fatto, uccidendo con l’amianto centinaia di persone nel Monferrato. Ma questo atteggiamento di sudditanza, lo Stato italiano ce l’ha con tutte le multinazionali straniere, i famosi investitori esteri di cui parlano numerosi politici nostrani. Il primato della politica sull’economia, altrimenti di casi Eternit se ne verificheranno sempre.

  3. Mancava solo chiamarla “brufolo sulla faccia dell’Europa”. Però… pongo un quesito provocatorio: perchè tanto livore verso l’intera Svizzera quando si ammira Israele? Non è pure quello “una non-nazione, uno Stato posticcio che le élite mantengono in vita”? Multietnico per giunta, con sprizzatina di separatismo? Che si regge sul potere finanziario? Sede di perniciose organizzazioni internazionali? Dove tutti fanno il militare, dove con poca gente e poco territorio, si riesce a fare più che da noi? Solo per capire, davvero, vorrei capire. Perchè alla mia modesta comprensione pare semplice incoerenza. P.S., sappiamo di questa scandalosa intervista (in Tedesco) da un giornale Svizzero in lingua Italiana, per nulla solidale con questo emerito pezzo di eternit. Qualcuno più esperto di me potrebbe dire qualcosa su Alois Steinmann? Non mi è chiaro se l’eco che sento risuonare siano le montagne Svizzere o le pareti appena imbiancate.

Lascia un commento