Assolto oste che ha ucciso ladro romeno: “Giustizia è fatta”

Condividi!

Assolto Mario Cattaneo, l’oste di Casaletto Lodigiano. E’ stato ritenuto non colpevole dal tribunale di Lodi. L’uomo il 10 marzo 2017 sparo’ dal suo fucile un colpo che uccise Petre Ungureanu entrato nella sua trattoria con dei complici per rubare. L’oste oggi e’ stato assolto in primo grado; era accusato di eccesso colposo di legittima difesa.

Il pm aveva chiesto una condanna a tre anni di reclusione:

Legittima Difesa: 3 anni carcere per ristoratore che ha ucciso ladro romeno

“La giustizia ha trionfato”. Sono le prime parole riferite all’AGI dal legale di Cattaneo.

“Giustizia è fatta! Il Tribunale di Lodi ha assolto l’oste Mario Cattaneo riconoscendogli di aver agito per legittima difesa. Regione Lombardia fin dall’inizio è stata concretamente al fianco di Mario e la presenza del nostro assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato, all’udienza di oggi a Lodi è la testimonianza diretta della nostra vicinanza all’oste di Casaletto”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commentando l’assoluzione di Mario Cattaneo. “Lo abbiamo convintamente sostenuto – ha proseguito il governatore – come sancito dalla normativa regionale vigente, con il rimborso delle spese legali previste nei confronti dei soggetti accusati di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa. L’assoluzione di oggi va nella direzione giusta, tutelando un cittadino onesto che si è difeso da un’aggressione avvenuta a casa propria”.

Nel primo pomeriggio il leader della Lega Matteo Salvini aveva commentato la richiesta di tre anni formulata dai pm in questi termini: “Siamo alla follia, tre anni di galera per un ristoratore che ha difeso la sua famiglia dall’assalto dei rapinatori. La difesa è sempre legittima”.

All’udienza tenutasi presso il tribunale di Lodi ha preso parte anche Riccardo De Corato, assessore in regione Lombardia a Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, che ha voluto ricordare come la Lombardia sia l’unica regione d’Italia che rimborsa le spese legali alle vittime.

“L’assoluzione con formula piena del ristoratore lodigiano Mario Cattaneo è una vittoria della giustizia – che ratifica il sacrosanto principio per cui chi in casa propria difende la sua vita e la sua famiglia non può essere colpevole di nulla – ma anche una vittoria della Lega, che è sempre stata al fianco di Mario Cattaneo, e si è battuta in Parlamento per modificare il passaggio sull’eccesso di difesa”, dichiara Paolo Grimoldi, deputato del Carroccio. L’esponente leghista, infine, ha aggiunto: “Grazie anche alla Regione Lombardia che ha sostenuto Cattaneo con l’apposito fondo sancito dalla normativa regionale per il rimborso delle spese legali previste nei confronti dei soggetti accusati di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa. Ma questa assoluzione rappresenta una vittoria per tutti i cittadini onesti come Cattaneo e un precedente giurisprudenziale che varrà nei casi analoghi”.




Lascia un commento