Nomadi assaltano automobilisti e treni a Roma: lancio di pietre, terrore e auto incendiate – VIDEO

Condividi!

Assalto agli automobilisti nei pressi del campo rom di Castel Romano. Un automobilista è stato centrato da alcuni sassi che hanno infranto il parabrezza della sua auto costringendolo ad accostare. Tragedia sfiorata.

VERIFICA LA NOTIZIA

È accaduto lo scorso lunedì 20 gennaio, poco dopo le 15 ad un 44enne che da Roma era diretto a Latina, dove abita.

Le grosse pietre hanno distrutto il parabrezza della vettura. Per lui attimi di terrore e una ferita agli occhi per diversi frammenti di vetro.

Episodi analoghi si sono verificati negli ultimi mesi e con regolarità in questi anni, così come denunciato da molti automobilisti fatti bersaglio del lancio di sassi proprio in quel punto della statale. Tutti hanno rischiato la vita.

Gli zingari senza controllo si divertono a tirare sassi contro le macchine mettendo a rischio la vita dei tanti pendolari che, quotidianamente, sono obbligati a percorrere quel tratto della Pontina per andare a lavorare, a differenza di questi parassiti.

Alla base di un atto che non può che definirsi vandalico, probabilmente, il gioco di un gruppo di ragazzini. Oppure un’azione studiata a tavolino per costringere le macchine a fermarsi e derubarle.

Il 25 luglio scorso, addirittura, ben 7 automobilisti furono costretti ad accostare dopo essere stati centrati da una sassata. A settembre scorso, quattro persone (padre, figlio e altre due adulti), tutti residenti nel campo rom di Castel Romano, furono arrestati dopo aver rapinato gli automobilisti costretti a fermarsi al primo distributore dopo essere stati colpiti da una sassaiola. Due lanciavano sassi, altri due ripulivano le auto.

Poche settimane fa:

Roma, i nomadi assaltano il treno: incendi, rapine e sassate – VIDEO

I consiglieri della Lega di Pomezia, Fucci, Pagliuso, Pecchia e Abbondanza, hanno chiesto al presidente del Consiglio comunale la convocazione urgente di un’assemblea straordinaria. “Dal campo rom di Castel Romano – si legge nel documento – ogni giorno ci si deve aspettare il peggio. Non bastavano gli incendi, i roghi tossici, il degrado e l’illegalità diffusa dentro e fuori dal campo, ora si sono intensificati anche i lanci di sassi contro i veicoli in transito sulla Pontina. La situazione ormai intollerabile. Cittadini e automobilisti sono spaventati ed esasperati”.

Gli utenti sono preoccupati e vogliono certezze sulla loro sicurezza. L’arrivo di bande organizzate che provengono dal campo rom di Castel Romano e che salgono sulle carrozze (nella maggior parte dei casi presso la stazione di Pomezia) rappresenta una vera e propria piaga su cui ora sono necessari degli interventi.

La situazione è diventata preoccupante e la recente interrogazione regionale della Lega è giunta a seguito di numerose segnalazioni di cittadini, tra cui soprattutto anziani ed adolescenti, che sono stati oggetto di intimidazioni e di furti.

Domanda: se un gruppo di automobilisti si arma e prende d’assalto il campo rom? Qui abbiamo uno Stato totalmente assente che, invece di difendere i propri cittadini agisce in difesa di criminali e parassiti.

Da anni questi delinquenti attaccano gli automobilisti, perché il campo nomadi è ancora lì? Perché il sindaco non viene arrestato per complicità in questi atti illegali, visto che è lui il responsabile di questo schifo?

Orgoglio ROM in diretta:“Vi derubiamo per sopravvivere” – VIDEO




Lascia un commento