“Prima gli italiani”, lo vuole oltre il 60 per cento dei cittadini

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Prima gli italiani” è un pensiero largamente diffuso tra i cittadini. Lo certifica l’ultimo sondaggio di Swg: il 60% degli italiani ritiene infatti giusto che gli italiani abbiano la priorità rispetto ai cittadini immigrati per le case popolari ed il 59% nelle liste di disoccupazione. Percentuali un po’ più basse, ma sempre un’ampia maggioranza, per quanto riguarda le liste per gli asili nido pubblici (52%, contro il 39% che non lo ritiene giusto) e gli sgravi delle mense scolastiche (48%). Se includiamo chi non risponde i numeri sono ancora più alti.

Sempre secondo un sondaggio Swg il 53% pensa che per cambiare le cose in Italia si debba percorrere la strada delle riforme, mentre un 37% più scafato invoca la rivoluzione e il 10% non si esprime perché, probabilmente, si sta preparando.

La tendenza rivoluzionaria è registrata in aumento rispetto ai due mesi precedenti, segno che la situazione di un Parlamento illegittimo inizia ad essere esasperante per molti italiani. Tanto che il 17% degli intervistati ritiene che occorra una dittatura di 4-5 anni per ripulire a fondo il Paese.




2 pensieri su ““Prima gli italiani”, lo vuole oltre il 60 per cento dei cittadini”

  1. e’ sbagliato dire prima gli italiani, va detto solo gli italiani, se avanza…., visto che siamo caritatevoli anche agli altri, ma se avanza…. !…una cosa avanza sempre e non e’ mai soverchio, il : andate a fare in culo…!

Lascia un commento