Bonaccini minaccia chi vota Lega: “Se vinco io siete finiti”, l’audio choc

Condividi!

Plata o plomo, è così che il Pd raccatta voti (raccattava) nelle ex regioni rosse. Una rete di clientele tra banche e coop (impegnate negli ultimi anni nel business dell’accoglienza) che garantisce voti al Partito Stato:

Si mette male per Stefano Bonaccini. Il vicesindaco di Jolanda di Savoia, Elisa Trombin, assieme al primo cittadino Paolo Pezzolato, hanno denunciato un fatto eclatante: la Trombin, non appena candidatasi con Lucia Borgonzoni, ha visto tagliare le risorse da tre amministrazioni limitrofe a guida Pd al suo comune ferrarese. E così è stato lo stesso Pezzolato a presentare un esposto alle istituzioni giudiziarie, all’interno del quale – svela il Resto del Carlino – spunta una testimonianza: “Elisa telefonò a Bonaccini, in quanto questi l’aveva incalzata per sapere se avessero sciolto le riserve”. Chiusa la chiamata, “Elisa, visivamente turbata, riferiva a me e agli altri commensali che Bonaccini, avendo appreso del suo diniego e della sua adesione alla lista contrapposta, aveva assunto un tono irritato, tanto da chiudere la comunicazione con una frase che lei ci riportò testualmente: ‘Se vinco io, tu e il tuo Comune siete finiti'”.

Il giorno dopo, il governatore uscente avrebbe telefonato anche al sindaco. Telefonata della quale esiste anche un audio che la Lega si dice pronta a pubblicare. Bonaccini, infatti, avrebbe detto a Pezzolato che “il fatto che Elisa fosse schierata con la parte avversaria, se confermato, avrebbe fatto sì che succedesse ‘qualcosa rispetto ai rapporti con voi'”. Quella del dem sembrerebbe una vera e propria minaccia, visto e considerato che quel “qualcosa” sarebbe la scelta di alcuni comuni, tutti a guida centrosinistra, di non partecipare (e in un caso revocare) alla collaborazione con Jolanda.




2 pensieri su “Bonaccini minaccia chi vota Lega: “Se vinco io siete finiti”, l’audio choc”

Lascia un commento