Salvini irrompe in fortino spacciatori, citofona a immigrati: “Siete spacciatori?” – VIDEO

Condividi!

“È un mio dovere da cittadino”. Matteo Salvini a Bologna, nel quartiere Pilastro, occupato da spacciatori africani.

Il leader della Lega ha così fatto un giro tra i palazzi insieme ai residenti citofonando ad alcune famiglie di immigrati chiedendo se fossero degli spacciatori. Immaginate come andranno fuori di testa i buonisti: troll unico.

“A che titolo l’ho fatto? – ha spiegato poi Salvini ai giornalisti -. In qualità di cittadino. Le forze dell’ordine fanno meglio di me il loro mestiere, quindi hanno gli elementi per decidere se quel tizio spaccia o non spaccia. Mi volevo togliere una curiosità, visto che una signora di 70 anni mi dice ‘mi minacciano di morte perche’ lì spacciano”.

Ma ad attendere Salvini non c’erano solo i giornalisti, c’erano anche i contestatori. Infatti come riporta l’Adnkronos, un gruppo di manifestanti l’ha contestato con, urla, spintoni, insulti, cori e esplodendo alcuni petardi. Devono essere i clienti degli spacciatori. Le sardine fumate.

Salvini, scortato dalle forze dell’ordine, ha proseguito comunque la sua visita: “Mi volevo togliere la curiosità se una signora di 70 anni mi dice ‘mi minacciano di morte perché lì spacciano’ di citofonare chiedendo ‘lei spaccia?’. Poi questo è libero di mettere giù la cornetta, per carità di Dio. Magari ci andrà la polizia con più facoltà di me”, ha aggiunto.

Il leader della Lega è arrivato in via Grazia Deledda attorno alle 18.30, ad accoglierlo la madre di un ragazzo malato di Sla morto per overdose. Poi la visita tra i porticati del quartiere che di fatto rappresentano spesso le basi di spaccio dei pusher.




Un pensiero su “Salvini irrompe in fortino spacciatori, citofona a immigrati: “Siete spacciatori?” – VIDEO”

  1. Mah… Troll va bene, poi oggi non ha nemmeno mangiato (si dice)… Io comunque non lo vedo tanto “in bolla” ultimamente…
    Secondo me ha qualche sintomo tipo “esaurimento nervoso”…
    Speriamo sia solo carenza di zuccheri e troppo ginseng.

Lascia un commento