Sostenitrice quindicenne di Borgonzoni pestata a sangue dalle Sardine a Brescia?

Condividi!

Come riportato nell’articolo in questione, in cui veniva riportata la denuncia, questa sembra sempre più improbabile. Alcuni ne approfittano per gettare fango a caso mistificando la realtà.

Uno in particolare. La mistificazione del signor Puente è nota e colpisce ancora. Riguardo l’articolo che segue, in cui Vox ha riportato la denuncia su una presunta aggressione, definendola come tale e anzi mettendone in dubbio la veridicità con aggiornamenti durante tutta la giornata in cui via via abbiamo riportato, come leggerete, la mancanza di dati oggettivi:

Sostenitrice Borgonzoni: “pestata a sangue da ‘sardine’ perché leghista” – FOTO

Se ne esce sul giornalino di Mentana con l’ennesimo articolo diffamatorio e pieno di falsità. Stucchevole:

Capiamo l’ossessione per Vox di questa mandria di individui, ma se si vuole fare analisi rigorosa si deve essere neutrali, non di parte: in questo caso, factcheckers onesti, avrebbero messo in evidenza come un sito che tutto aveva da guadagnare, politicamente, dal dare per certa la notizia, l’avesse invece riportata con tutti i dubbi del caso e non come notizia di un fatto sicuramente avvenuto, ma come denuncia di una presunta vittima. Come loro fanno ogni giorno con notizie di immigrati e gay pestati. Con una differenza: loro le danno per certe e poi scompaiono nel dimenticatoio perché nessuno fa le pulci a gay e immigrati che si inventano pestaggi inesistenti. Se qualcuno dice di essere stato pestato, lo si riporta come tale. Punto.

Prima di tutto: non abbiamo preso come fonte l’ottimo RadioSavana, ma solamente riportato la denuncia della presunta vittima con tutte le cautele del caso. Esattamente come i media di distrazione di massa, ogni giorno, riferiscono delle presunte aggressioni a gay e immigrati senza riscontri. Con la differenza che noi abbiamo messo in dubbio la vicenda fin da subito. Vicenda che, ad ora, è ancora dubbiosa.

Della vittima di abbiamo nome e cognome che non abbiamo riportato per evidenti motivi.

Noi saremo anche un sito “di estrema destra e xenofobo”, il che sinceramente ci lusinga, ma tu sei un falsario e un mistificatore pagato a cottimo.

Ecco come l’articolo di Vox presentava la vicenda:

Non essendoci riferimenti sui media, cosa comunque non sorprendente vista la censura mediatica in atto, non possiamo confermare la notizia e rimaniamo in attesa di conferme. Ma riportiamo al momento la denuncia.

Ps. Anche la radio dei centri sociali di Brescia, nota per diffondere bufale di estrema sinistra, fa un un articolo mistificatorio e pieno di falsità:

Il fatto che la ragazza possa o non possa essersi inventata la vicenda, in cui sosteneva di essere stata aggredita mentre parlava con alcuni giovani leghisti della Borgonzoni, che è ancora in fase di analisi e che in caso fosse davvero falsa avrebbe ripercussioni giudiziarie, non ha nulla a che vedere con chi la denuncia ha riportato mettendone anche in dubbio la veridicità!

E il fatto che la radio dei cessi sociali definisca Vox “noto sito di bufale di estrema destra” è una medaglia. Dimostrate, cazzari teppisti, che una notizia da noi pubblica come vera sia falsa. Fatelo, se vi è rimasto attivo un neurone dall’ultima fumata di gruppo.




2 pensieri su “Sostenitrice quindicenne di Borgonzoni pestata a sangue dalle Sardine a Brescia?”

Lascia un commento