Francia: verso la secessione islamica, dissoluzione di una nazione

Condividi!

Eric Zemmour, Michel Houllebecq e Christian de Moliner sono solo la punta di diamante di un’onda intellettuale che ormai paventa l’ipotesi di una partizione della Francia tra zone cristiane e musulmane. Francesi di sangue da una parte, immigrati di varia generazione e provenienza dall’altra.

Un’idea che inizia inesorabilmente a farsi strada in molti segmenti della popolazione. A tal punto che anche uno come François Hollande, non certo un uomo di destra radicale, ha ammesso che la partizione in aree si stava già producendo.

Lo scrittore Christian de Moliner, nel suo libro La guerre de France, prendendo spunto da Guérilla di Laurent Obertone, mette in scena una futuristica ma non troppo guerra ‘civile francese’, che stavolta scoppierebbe tra gli identitari francesi e gli islamici più fanatici e violenti.

Tutti questi intellettuali vedono nel futuro il separatismo etnico nel Paese. Un futuro che è sempre di più anche il nostro.

Eurabia: le città dove comandano gli islamici – Mappa

Philippe de Villiers, segretario di Stato al tempo di Chirac premier, noto politico sovranista tra Le Pen e i moderati francesi, è fratello del generale Pierre de Villiers, che dal 2014 al 2017 ha guidato le forze armate francese come capo di stato maggiore.

De Villiers politico ha raccontato in televisione ciò che suo fratello ha riferito al presidente in carica Macron: “Se le periferie daranno luogo a ulteriori e ancor più violente rivolte, non avremo modo di fronteggiarle: ci mancano i mezzi, ci mancano gli uomini. Ѐ questa la realtà della situazione politica francese”.

Perché non sono rivolte, è una rivoluzione demografica.

Questo conferma quello che è sotto gli occhi di tutti. Ed è lo stesso allarme lanciato poche settimane fa dall’ex ministro dell’Interno Collomb, dimessosi proprio per gridare l’allarme su quella che è una vera e propria ‘secessione’ etnica all’interno del territorio francese:

Francia, ministro interno: “Interi quartieri in mano islamica”

Immigrazione: “In 5 anni la situazione diventerà irreversibile”

Come altro definire una situazione che vede, ogni capodanno, migliaia di auto date alle fiamme, attacchi con molotov e kalashnikov contro le caserme di polizia, se non guerra?

Hallowen: migranti scatenano la guerriglia urbana in tutta la Francia – VIDEO

La Francia è l’Italia tra un decennio. Se non invertiamo la rotta bloccando i ricongiungimenti familiari e le concessioni di cittadinanza:

L’ex presidente francese Giscard: “Che errore i ricongiungimenti familiari”




Vox

2 pensieri su “Francia: verso la secessione islamica, dissoluzione di una nazione”

  1. Purtroppo solo il fervore religioso, quel fervore che ha prodotto e preservato la civiltà Europea, potrebbe in teoria invertire la rotta nichilista che ci porta sugli scogli della distruzione fisica della nostra meravigliosa razza. Ma con papa panchito papa, a che santo votarsi? Le religioni laiche dell’illuminismo e dell’individualismo, con i loro idoli, la libertà, la democrazia, la ricerca della felicità dell’individuo attraverso il piacere…. ma vi rendete conto che orizzonti? Ma un uomo si realizza combattendo per la sua gente, dimostrando il suo coraggio ed il suo valore in battaglia. L’armi, qua l’armi, combatterò solo io!!!

Lascia un commento