E’ emergenza madrasse islamiche in tutta Italia: bambini bastonati

Condividi!

Minacce, schiaffi, percosse, bacchettate e umiliazioni. Due cittadini di origini senegalesi sono stati arrestati dai carabinieri di Monza con l’accusa di maltrattamenti su una decina di ragazzi minorenni che frequentavano il centro islamico “Norou Dareyni Touba” a Monza.

VERIFICA LA NOTIZIA

A dare il “la” alle operazioni investigative è stata una segnalazione del Servizio Tutela Minori di Sereno, in provincia di Monza-Brianza.

Gli inquirenti hanno documentato le gravi responsabilità dei due insegnanti dell’associazione culturale islamica, la solita madrassa abusiva: in diverse occasione i due avrebbero ripetutamente maltrattato almeno una decina di piccoli immigrati.

Scoperta madrassa a Roma: genitori imponevano ai figli scuola di Corano

Minacce, schiaffi, percosse con bacchette e anche chiudendo le vittime in uno stanzino, sarebbero stati giustificati con lo scarso impegno dei piccoli negli studi.

I due senegalesi sono stati sottoposti, rispettivamente, l’uno agli arresti domiciliari e l’altro all’obbligo di firma in caserma. La sede dell’associazione è stata chiusa.

Paolo Grimoldi, deputato della Lega: “Purtroppo le ‘madrasse’ in Italia e in Lombardia sono già una realtà ed eccone le nefande conseguenze. A Monza due maestri sono stati arrestati con l’accusa di aver percosso i propri piccoli allievi della propria scuola coranica della comunità senegalese durante le lezioni di apprendimento dei dettami islamici. Un fatto grave, per i maltrattamenti subiti dai minori, e per il modo in cui questo tipo di insegnamento viene svolto, affidandolo a soggetti violenti”. Quindi, l’esponente leghista – che è commissario della Lega-Salvini premier in Lombardia, ha così chiosato: “Sarebbe questa l’integrazione che auspichiamo? Avere le ‘madrasse’ per far crescere bambini come se fossero in Senegal o in altri sultanati e non in Italia?”.

Ultimatum islamico al Veneto: vogliono le madrasse per imam

“Se vai a raccontare qualcosa a casa, ti ammazzo”, “Sai che cosa ti succede se ti lamenti? Finisci al buio, nello stanzino della punizione”.

Le immagini raccolte dai militari sono scioccanti: i piccoli venivano fatti inginocchiare e puniti a suon di bastonate. I filmati realizzati da una telecamera nascosta hanno immortalato scene impressionanti. Se qualche fanciullo non rispettava le aspettative dei due insegnanti, veniva preso a botte.

Infatti nei video registrati dalla telecamera montata dagli uomini della Benemerita in una stanza, si vede uno dei due senegalesi colpire i ragazzini con un bastone. Da un’altra stanza, non coperta dalle telecamere, si sentono invece le lacrime di paura di tutti gli altri.

I due senegalesi sono stati sottoposti, rispettivamente, l’uno agli arresti domiciliari e l’altro all’obbligo di firma in caserma. Ridicoli. La sede dell’associazione è stata momentaneamente (!!!) chiusa.

Nessuna delle famiglie coinvolte avrebbe presentato denuncia alle autorità.

“Purtroppo le ‘madrasse’ in Italia e in Lombardia sono già una realtà ed eccone le nefande conseguenze”, è l’amaro e secco commento di Paolo Grimoldi, deputato della Lega. Infine, l’esponente del Carroccio chiosa così: “Sarebbe questa l’integrazione che auspichiamo? Avere le ‘madrasse’ per far crescere bambini come se fossero in Senegal o in altri sultanati e non in Italia?”.

Qui il problema non è tanto che gli imam pestino i figli degli immigrati, quanto la presenza di queste madrasse che addestrano i piccoli islamici all’odio per l’infedele: noi. Una società parallela come in Francia, Belgio e Inghilterra.

E non è solo la Lombardia:

Scoperta madrassa a Roma: genitori imponevano ai figli scuola di Corano

Milano:

Milano: la moschea abusiva diventa madrassa dove si indottrinano bambini

Macerata:

Macerata: Comune trasforma capannone in grande moschea con madrassa

E ancora:

Cesena: scuola elementare diventa madrassa islamica




2 pensieri su “E’ emergenza madrasse islamiche in tutta Italia: bambini bastonati”

Lascia un commento