Junior Cally, Salvini attacca: “Non deve mettere piede a Sanremo”

Condividi!

E’ la naturale evoluzione del festival di Mahmoud. Dove l’islamica Rula Jebreal veniva a spiegare agli italiani i diritti delle donne, non poteva che esserci anche lui:

La levata di proteste delle ultime ore nei confronti del cantante in gara dal prossimo 4 febbraio ha smosso anche il presidente della tv pubblica, che ha espresso “forte irritazione per scelte che vanno nella direzione opposta rispetto a quella auspicata.” Marcello Foa ha ricordato come il festival di Sanremo, specialmente nell’edizione del suo 70° anniversario, dovrebbe essere un momento di aggregazione e di unione nazionale “nel rispetto del mandato di servizio pubblico.” Il direttore della Rai ha tuonato contro il conduttore e contro la sua selezione di artisti, con particolare riferimento proprio a Junior Cally: “Scelte come quella di Junior Cally sono eticamente inaccettabili per la stragrande maggioranza degli italiani.” Foa auspica che Amadeus, in qualità di direttore artistico e conduttore, sia capace di “riportare il festival nella sua giusta dimensione.”

Il rapper anti-sovranista Junior Cally incita a massacrare le donne

Magari, Foa, potevi aprire bocca anche nel caso della bizzarra presenza della palestinese.




Un pensiero su “Junior Cally, Salvini attacca: “Non deve mettere piede a Sanremo””

  1. Basta S.Remo, basta rai!Non se ne può più di questa troiata da appassionati di balere!!!Tipica vaccata da kompagni tutti vino e mazurca!!!É uno spettacolo dai costi esorbitanti con cantanti peggio che mediocri, una autentica rettoscopia televisiva da ritardati!!!!Ed ora pure completamente asservita al pd!!!!Cazzo, guardare s.remo é come ascoltare le cagate del presidente a capodanno!!!!Che 2 coglioni!!!!!!

Lascia un commento