Austria: figli degli immigrati in scuole separate per non danneggiare bambini locali

Condividi!

È uno dei 6300 figli di immigrati che in tutta l’Austria sperimenta la scuola a due velocità. Il minore si unisce ad altri 20 suoi coetanei per imparare a leggere, scrivere e parlare tedesco. Solo quando il suo livello sarà ritenuto sufficiente, Abulrahman potrà abbandonare le cosiddette ”classi ghetto” per immigrati.

In Italia, invece, li mettiamo nelle classi normali, facendo un danno irreparabile a loro e, soprattutto, ai bambini italiani. Che sono costretti a rallentare.

Un sondaggio rivela che oltre l’80% degli intervistati in Austria è favorevole alla scuola a due velocità.

L’ideale sarebbe sicuramente evitare che ci fossero così tanti immigrati di seconda generazione, una minaccia alla nostra identità che pesa sul nostro futuro. E per farlo dobbiamo abrogare i ricongiungimenti familiari. Ma, sicuramente, la scelta di dividere è comunque il male minore.




5 pensieri su “Austria: figli degli immigrati in scuole separate per non danneggiare bambini locali”

  1. Sono mediamente più stupidi di noi, con in più l’aggravante di giustificare con il presunto razzismo i loro insuccessi. Sono un cancro, come il cancro crescendo e molpiplicandosi uccide le cellule same (i bianchi) fino al collasso e alla putredine della societa’. Ripeto, chirurgia, Radioterapia e Chemioterapia, non le cure palliative di Salvini, il cui unico effetto positivo sta nello spaventare le sinistre ingenue che veramente credono alla propaganda degli Ebrei.

  2. In ogni caso farei classi di soli bambini e classi di sole bambine. Se poi ad insegnare fossero maestri eterosessuali, invece delle isteriche in menopausa, ci guadagnerebbero tutti i bambini, quelli bianchi, quelli negri, quelli marroni e perfino quelli Ebrei. E ho detto tutto.

    1. Bravissimo. Bisogna mettere la separazione delle classi per sesso, più che per nazionalità. Una separazione che deve esserci in tutte le scuole di ogni ordine e grado, dalla materna fino alle superiori. Anche perché così si evita il contatto tra i figli degli immigrati maschi e le nostre figlie femmine.

  3. un messaggio al signor vox non riesco ad accedere tramite cellulare esce errore 403 you have not permission ecc ecc….

    fate ostruzionismo anche voi? come lo risolviamo il problema ??grazie

Lascia un commento