Assalto islamico alla Sardegna: sbarcano oltre 200 algerini – VIDEO

Condividi!

La rotta migratoria Algeria-Sardegna ha ripreso vigore con sbarchi a ripetizione sulle coste del Sulcis. Barchini più o meno grandi che, dall’inizio dell’anno fino al 18 gennaio, hanno portato in Italia oltre 200 clandestini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli ultimi sono stati 44 uomini approdati venerdì. Ma, del resto, sono sempre solo giovani maschi adulti in età di leva.

Il primo sbarco è avvenuto a Porto Pinetto: un barchino con a bordo 24 algerini ha raggiunto la spiaggia. Gli uomini, dopo aver dato fuoco all’imbarcazione, si sarebbero allontanati a piedi. Poche ore dopo un altro sbarco, sempre nelle stessa zona, di altri 20 algerini. Dopo i 31 arrivati a Sant’Antioco e Cala Sapone, altri 61 algerini sono sbarcati tra mercoledì e giovedì mattina sulle coste della Sardegna.

La rotta migratoria Algeria-Sardegna ha ripreso vigore con sbarchi a ripetizione sulle coste del Sulcis. Mentre la crisi libica ha coinciso con un deciso calo degli arrivi autonomi a Lampedusa e sulle coste siciliane: perché dalla Libia non fuggono i libici dalla guerra, ma i nigeriani e i pakistani che colgono l’occasione del caos per salire sui barconi, a pagamento.

Barchini più o meno grandi che, dall’inizio dell’anno, hanno portato in Italia oltre 200 clandestini, circa un terzo di quelli complessivamente approdati in tutta Italia. Oltre 700.

L’anno scorso primi per nazionalità di sbarco erano stati i tunisini (2.654) e gli algerini si erano piazzati ‘solo’ al quarto posto (1.009).




Un pensiero su “Assalto islamico alla Sardegna: sbarcano oltre 200 algerini – VIDEO”

  1. La Sardegna è un’isola bellissima, la popolazione è molto rispettosa è accogliente con tutti. Tuttavia la gente che vive in quest’isola meravigliosa, oltre ad avere un buon cuore ha pure delle regole non scritte. Queste regole sono molto semplici ma ferree, chi oltrepassa certi limiti deve fare molta attenzione soprattutto con chi lo fa.

Lascia un commento