Whirlpool prede i soldi e scappa, governo ridicolizzato: operai protestano – VIDEO

Condividi!

Doccia fredda per i 450 operai della Whirlpool di Napoli. Mentre i vertici della multinazionale siglavano un nuovo accordo con il governo, chiedendo incentivi e ammortizzatori sociali, l’azienda comunicava all’autorità di Borsa statunitense (Sec) l’intenzione di dismettere, in ogni caso, il sito partenopeo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Solita presa in giro a e di Di Maio.

Immediate le proteste dei lavoratori, che hanno raggiunto l’imbocco dell’A3, all’altezza dello svincolo di San Giovanni a Teduccio, e hanno provato a forzare il blocco delle forze dell’ordine nel tentativo di occupare la sede autostradale.

Vincenzo Accurso, uno degli operai e rappresentante della Uilm, definisce il comportamento dell’azienda “una presa in giro per noi e per il Governo italiano” e spera “che tutti se ne rendano conto”. In vista dell’incontro a Roma fra ministero e azienda i dipendenti si sono già organizzati con altre iniziative di protesta e solidarietà. A cominciare da sabato prossimo quando, a Cercola, in provincia di Napoli, prenderanno parte alla marcia della pace e saranno in piazza con le Sardine a Napoli. Una delegazione di lavoratori raggiungerà anche Bologna in vista della manifestazione organizzata nel capoluogo emiliano.

Bizzarro un governo che si fa prendere in giro in questo modo.




Un pensiero su “Whirlpool prede i soldi e scappa, governo ridicolizzato: operai protestano – VIDEO”

Lascia un commento