Paragone espulso definitivamente dal manicomio grillino

Condividi!

Gianluigi Paragone fuori dal Movimento 5 Stelle. A deciderlo il comitato di garanzia pentastellato che ha così confermato l’espulsione del senatore, che aveva presentato ricorso contro la decisione dei probiviri. Questo quanto riferito da fonti Cinque Stelle.

Aveva detto: “Mi siedo sempre nei banchi del M5S, non ho ancora un posto nel Misto. C’è stato un atto formale del Movimento che ha deciso l’espulsione, io ho presentato ricorso. Come mi sento? Un po’ un emarginato… Voglio tornare”.

C’è vita fuori dalla gabbia grillina.




2 pensieri su “Paragone espulso definitivamente dal manicomio grillino”

  1. Fossi in lui me ne farei una ragione e camminerei a testa alta. Sono stati loro a cacciarlo dal movimento, non é stato lui a lasciarlo. Non può essere accusato di essere un voltagabbana o un traditore che ha cambiato casacca, perché quelli che sono cambiati e hanno tradito il loro programma e i loro elettori, sono quelli che guidano il M5S. “Mai col partito di Bibbiano”, disse qualcuno, ma poi quando Salvini ha fatto cadere il governo, i pentagrulletti in nome del poltronismo ci hanno fatto il governo.

Lascia un commento