Milano, senzatetto italiani esclusi dai dormitori: “Accolgono solo immigrati” – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ci sono molti italiani che dormono all’aperto piuttosto che andare nei centri di accoglienza del Comune di Milano perché c’è un’elevata presenza di stranieri negli storici centri che ospitavano i clochard.

Molti di loro muoiono fuori, di freddo, perché hanno paura di essere derubati. E’ quanto sta accadendo in questi anni nella città più moderna d’Italia.

In questi anni di crisi i senzatetto italiani sono in aumento ovunque. Sono oltre ventimila. Ma sono ‘vittime di serie b’. In tutta Italia. Soprattutto a Milano.

Dove in questi anni basta andare in giro di notte e guardare sotto i portici. E nulla è cambiato quest’anno.

“La situazione è drammatica, perché le temperature incominciano a calare e c’è tanto freddo. Abbiamo fatto alcune domande per un ricovero al coperto, ma purtroppo essendo italiani siamo presi in considerazione un po’ diversamente…”, raccontavano i senzatetto italiani intervistati.

“Quando sono andato a chiedere aiuto, ho detto che sono di Venezia e mi hanno risposto: ‘Perché non ritorni a casa?’. Su questo versante loro (gli stranieri, ndr) ci passano davanti, hanno una sorta di corsia preferenziale”.

I veneziani devono tornare a Venezia, gli africani non devono tornare in Africa. Il razzismo del Comune di Milano.

Milano: dormitorio rifiuta senzatetto italiani, solo migranti




Lascia un commento